rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Sport Oppeano / Via Bassa

Giro d'Italia ancora stregato per Viviani, a Pesaro è ancora secondo

L'ottava tappa, la più lunga della corsa rosa di quest'anno è stata vinta dall'australiano Caleb Ewan

Oggi, 18 maggio, è andata in archivio anche l'ottava tappa, la più lunga del Giro d'Italia numero 102. Un'altra giornata che ha certificato quanto sia stregata la corsa rosa di quest'anno per il veronese Elia Viviani. Il ciclista di Oppeano è stato sorpreso da Ackermann nella seconda tappa e la vittoria della terza tappa gli è stata tolta per una decisione dei giudici. Quella di oggi era un'altra frazione del Giro favorevole ai velocisti e in effetti è stato decisa da una volata che però non ha visto trionfare Viviani. Il traguardo di Pesaro è stato tagliato dall'australiano Caleb Ewan, proprio davanti ad Elia Viviani che si è dovuto accontentare di un'altra piazza d'onore davanti alla maglia ciclamino Ackermann.

La tappa di oggi non ha visto cambiare la maglia rosa, ancora indossata da Valerio Conti. Buona parte della corsa è stata condotta dai due fuggitivi Cima e Frapporti, ma il gruppo si è ricompattato a meno di sette chilometri dall'arrivo. La volata è stata ben gestita dalla squadra di Ewan e la sua vittoria è stata meritata.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro d'Italia ancora stregato per Viviani, a Pesaro è ancora secondo

VeronaSera è in caricamento