Autovelox tangenziale nord, Tosi attacca: «Il 90% dei multati era sotto il vecchio limite»

Nel mirino delle critiche l'abbassamento del limite ai 70 Km/h che, tuttavia, secondo le parole dell'assessore alla sicurezza Daniele Polato è una decisione «tecnica e non politica»

L'autovelox in tangenziale nord all'ingresso di Verona

L'ex sindaco di Verona Flavio Tosi torna a battere sul dente che duole, quell'autovelox in tangenziale nord che molte polemiche ha già suscitato dal giorno della sua attivazione lo scorso ottobre. Nel mirino di Tosi è finita in queste ore la "qualità" delle multe, dopo aver a lungo polemizzato contro la "quantità" delle stesse. Secondo Flavio Tosi, infatti, «delle quasi 50 mila multe date in tre mesi, più di 46 mila sono ad automobilisti che andavano meno dei 90 Km/h, cioè sotto al vecchio limite. È il 90%».

Insomma, l'idea sostenuta da Tosi è che senza l'abbassamento dei limiti a 70 Km/h il nuovo autovelox avrebbe avuto un impatto molto diverso: «Sboarina in quel tratto di rettilineo ha abbassato il limite ai 70 Km/h, evidentemente solo per far cassa e questi dati lo dimostrano. - attacca dunque il consigliere comunale Flavio Tosi - Perché se si fossero mantenuti i 90 km/h, le multe sarebbero poco più che 3.500. In quel tratto di strada assolutamente non pericoloso non c'è mai stato un incidente grave. E, si badi bene, nel resto delle tangenziali d'Italia in quelle situazioni il limite è almeno di 90 se non 110 Km/h».

In materia non si è però fatta attendere la replica da parte dell'assessore alla Sicurezza del Comune di Verona Daniele Polato, il quale interpellato sul tema dal quotidiano L'Arena ha spiegato che il limite dei 70 Km/h, allo stesso modo del punto in cui è stato collocato l'autovelox, «non sono frutto di decisioni politiche, ma del team di tecnici preposto». Lo stesso assessore Polato ha quindi ribadito concetti ormai noti e già spiegati in passato, vale a dire che «le distanze sono fissate dal Codice della strada», ma anche che l'autovelox è stato installato «secondo le prescrizioni per decreto dell'allora prefetto Paola Stancari, su richiesta dell'allora sindaco Flavio Tosi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • La fuga dopo la rapina diventa un incidente mortale: perde la vita una 29enne

  • Innamorata di un ragazzo, genitori non approvano e la tengono chiusa in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento