rotate-mobile
Economia Minerbe / Via Nazionale

Costi energetici in crescita, Zanardi Fonderie ferma impianti per una settimana

Dopo le Acciaierie di Verona, che vanno avanti a singhiozzo, anche l'azienda di Minerbe sospende la produzione. «Decisione sofferta ma necessaria per contenere l'emergenza»

Troppo alti i costi energetici e la Zanardi Fonderie sospende la produzione. L'azienda di Minerbe spegne i suoi impianti per una settimana.

L'aumento delle spese per l'energia era iniziato già prima della guerra tra Russia e Ucraina ed il conflitto non ha di certo aiutato a risolvere il problema, anzi, ha reso ancora più incerto il futuro delle aziende. L'allarme viene ormai ripetuto dalle associazioni di categoria, come ad esempio Coldiretti, che lamenta da mesi i maggiori costi di produzione nelle campagne veronesi.

Costi che sono cresciuti anche nell'industria e le prime attività a soffrirne sono quelle altamente energivore. Alle Acciaierie di Verona la produzione va avanti a singhiozzo, mentre a Minerbe la Zanardi Fonderie ha deciso di fermarsi per una settimana. «I tragici eventi delle ultime settimane ci stanno coinvolgendo sul piano emotivo ed economico - hanno fatto sapere lunedì scorso dall'azienda - Mentre auspichiamo una rapida risoluzione del conflitto fra Russia e Ucraina, assistiamo a un'impennata senza precedenti dei costi energetici, che ci porta a fermare, per una settimana, i nostri impianti produttivi. È una decisione sofferta, ma in questo momento necessaria per contenere l'emergenza, in attesa di capire come affrontare l'inaspettato scenario che ci attende».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costi energetici in crescita, Zanardi Fonderie ferma impianti per una settimana

VeronaSera è in caricamento