Venerdì, 22 Ottobre 2021
Economia Borgo Trento / Via Ca' di Cozzi

Ato Veronese, rinnovo ai vertici: Claudio Melotti è il nuovo presidente

Il primo cittadino di Bosco Chiesanuova è stato eletto dall'Assemblea dei Sindaci come successore di Mauro Martelli: "Non c’è dubbio che abbia guidato l’Ato bene, anche dal punto di vista della preparazione tecnica, perché è una persona estremamente qualificata"

L’Assemblea dei Sindaci dell’Ato Veronese, guidata dal direttore Luciano Franchini, ha votato il suo nuovo presidente: è Claudio Melotti, già sindaco di Bosco Chiesanuova e precedentemente membro del Comitato Istituzionale dell’Ato Veronese.
La Lessinia, per portare l’acquedotto a tutti; la Bassa, per risolvere il problema delle sostanze naturali indesiderate; l’Est Veronese con la questione Pfas e il lago di Garda con l’atteso progetto del collettore. Queste le aree su cui si focalizza e si focalizzerà l’attenzione dell’Ato, del nuovo presidente e del nuovo Comitato Istituzionale.

La linea è quella di proseguire sulla continuità, ovvero sui binari tracciati da Mauro Martelli, presidente Ato dal 2010 a giugno di quest’anno. Melotti infatti lo ha affiancato in quanto membro del Comitato Istituzionale (organo che ha presieduto, a termini di statuto, in qualità di Componente anziano negli ultimi tre mesi).
Le prime parole da presidente sono di ringraziamento al suo predecessore. “Non c’è dubbio che Martelli abbia guidato l’Ato bene, anche dal punto di vista della preparazione tecnica, perché è una persona estremamente qualificata, quindi credo vada ringraziato anche per questo. L’Ato ha un’attività di indirizzo e controllo che abbiamo esercitato sistematicamente, e continueremo a farlo, per fare in modo di incentivare le nostre società di gestione a spendere i soldi nel migliore dei modi, perché sono soldi dei nostri cittadini”.

Poi l’invito rivolto ai Sindaci a collaborare e a partecipare creando un sistema condiviso: attraverso gli incontri dei Comitati Territoriali nelle diverse aree del veronese danno loro l’opportunità di discutere le problematiche relative alla propria zona a tu per tu con i vertici Ato. “Un canale che si è rivelato efficace per segnalare, ma anche per arrivare informati, preparati e consapevoli alle Assemblee in cui sono chiamati a votare le delibere”, afferma il nuovo presidente.

Anche il Comitato Istituzionale (una sorta di CdA) è stato rinnovato. I suoi componenti sono: Bruno Fanton (assessore del Comune di Cerea), Marco Padovani (Assessore del Comune di Verona), Giampaolo Provoli (sindaco del Comune di San Bonifacio) e Luca Sebastiano (sindaco del Comune di Lazise).

Con le elezioni amministrative del giugno scorso sono cambiate le rappresentanze della maggior parte delle amministrazioni appartenenti all’Ato, sia in termini numerici sia in termini di abitanti rappresentati. A termini di statuto (art. 11 comma 4 dello statuto dell’Ente) il Comitato istituzionale del Consiglio di Bacino Veronese è quindi decaduto e il presidente Mauro Martelli ha rassegnato le sue dimissioni prima dell’estate. È stata quindi convocata l’Assemblea per il suo rinnovo. L’elezione del Presidente e l’elezione del Comitato istituzionale avvengono con due votazioni tra loro distinte. Per entrambe le elezioni è necessario che le candidature vengano presentate almeno cinque giorni prima della data fissata per l’assemblea elettiva. Le candidature, per essere dichiarate valide, devono essere sottoscritte da almeno un terzo degli enti associati, calcolati sia come numero (33 Comuni), che come abitanti residenti rappresentati (298.871 abitanti).

COME VIENE ELETTO IL PRESIDENTE - Le candidature alla presidenza dell’Ato, ovvero il Consiglio di Bacino Veronese, devono essere sottoscritte da un numero minimo di componenti dell’assemblea che rappresentino in tutto almeno un terzo degli enti locali partecipanti, calcolati sia in termini numerici (33) che di rappresentanza (298.871).

CHI È CLAUDIO MELOTTI - Nato il 20 ottobre 1957, Claudio Melotti è sindaco di Bosco Chiesanuova. Sposato dal 1981 è padre di tre figli e nonno di quattro nipoti. Diplomato geometra, è libero professionista nel proprio studio professionale, che avvia a fine anni Settanta, con quattro collaboratori. Dal 1997 inizia l’attività imprenditoriale, costituendo in tempi successivi nuove imprese nei settori dell’edilizia, manifatturiere, di servizi per lo sci di fondo e per il turismo invernale degli impianti a fune. Le sue qualità sono la volontà l’intraprendenza e la determinazione.

CARRIERA POLITICA - Sindaco di Bosco Chiesanuova dal 1999 al 2009, dal 30 giugno di quell’anno al 2014 ha ricoperto sempre nel suo Comune la carica di Vicesindaco (partito: Lista Civica), oltre a quella di Consigliere in Provincia Verona. Nel 2004 è stato nuovamente eletto primo cittadino di Bosco Chiesanuova, così come nel 2014, carica che tutt’ora ricopre. In Ato Veronese Melotti è stato componente del Comitato Istituzionale dal 2013. Oggi ne è divenuto il presidente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ato Veronese, rinnovo ai vertici: Claudio Melotti è il nuovo presidente

VeronaSera è in caricamento