Cronaca Porto San Pancrazio / Lungadige Galtarossa

Verona, ai poliziotti donate 200 "spy pen", penne-videocamere. "Così evitiamo manipolazioni"

Grazie al Consorzio San Zeno gli agenti della questura di Verona potranno indossare una "tutela" in più. La loro professione è una di quelle più a rischio denunce dopo quella dei medici. E nei servizi di ordine pubblico costituirà una prova

Strumenti sofisticati allo stadio ma anche fuori, telecamere di ultima generazione e equipaggiamento futuristico (ma peccato che a volte le dotazioni base siano del tutto insufficienti). Ora arriva anche la penna “spia” dotata di microtelecamera che farà intere registrazioni e fotografie. Un dispositivo che fa venire in mente il celebre personaggio di James Bond e che ora sarà donato a 210 poliziotti veronesi iscritti al Sap, sindacato autonomo di polizia. Le “spy pen” si devono alla generosa opera del Consorzio “San Zeno” che più volte si è espresso a favore delle Forze dell’ordine in questura donando anche giubbetti antiproiettile. Ringrazia e spiega come saranno utilizzate le penne il segretario provinciale Sap, Nicola Moscardo. Si vogliono evitare “fraintendimenti” e strumentalizzazioni.

La professione del poliziotto è una di quelle più a rischio denunce dopo quelle dei medici. Sempre più spesso infatti, dopo operazioni per garantire sicurezza, le persone denunciate denunciano a loro volta gli agenti. Fortunatamente la maggior parte dei casi viene archiviata (da qui anche la grande mole di lavoro che arriva ogni giorno negli uffici della Procura). In ogni caso le spese legali devono essere coperte dallo Stato. Con la nuova penna insomma arriva una tutela in più: servirà a filmare particolari sequenze durante le operazioni di ordine pubblico e nel contempo ad evitare che qualcuno possa manipolare filmati e presentarli contro gli agenti. La penna si può benissimo infilare nel taschino ed è irriconoscibile a fianco di altre, poste sulla divisa. sarebbe già arrivato il via libera da parte del Garante alla privacy. I filmati registrati costituiranno a tutti li effetti una “prova” in caso di contestazioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, ai poliziotti donate 200 "spy pen", penne-videocamere. "Così evitiamo manipolazioni"

VeronaSera è in caricamento