menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, inquilino insonne fa arrestare il ladro sotto casa: scassinava auto ed era entrato in garage

Erano circa 3 quando alla sala operativa della questura era arrivata la chiamata di un veronese in sona Golosine, che si era accorto che sotto il proprio palazzo stava accadendo qualcosa di strano. Arriva la polizia

Un residente sveglio nonostante l'ora tarda e un ladro beccato a cercare di scassinare le auto parcheggiate sotto al suo palazzo. È stata provvidenziale la chiamata di mercoledì mattina al 113. L’intervento immediato degli agenti ha così permesso di sventare un tentativo di furto in un garage, in zona Golosine.

Erano circa 3 quando alla sala operativa della questura era arrivata la chiamata di un veronese in via Cattarinetti, che si era accorto che sotto il proprio palazzo stava accadendo qualcosa di strano. Un uomo, con il favore della notte, accucciato di fianco a una Land Rover parcheggiata per strada, stava cercando di forzarne la portiera con una grossa tenaglia. Tuttavia, non riuscendovi, il ladruncolo si era poi introdotto in uno dei garage condominiali mettendosi a rovistare al suo interno alla luce di una piccola torcia.

L’arrivo delle Volanti è stato istantaneo. Circondata l’area con altre pattuglie, gli agenti hanno trovato l’intruso ancora nel garage mentre cercava di nascondersi dietro alcuni cartoni. Poco lontano, poi, i poliziotti hanno anche ritrovato la grossa tenaglia d’acciaio nera. Alla luce di quanto accertato, il 33enne marocchino, pluripregiudicato per altri episodi di furto e già denunciato per ricettazione e possesso di grimaldelli, nonché irregolare sul territorio nazionale, è stato tratto in arresto per tentato furto in abitazione e nuovamente denunciato per il possesso di grimaldelli. Dopo la convalida dell’arresto è stato condannato a un anno e 4 mesi di reclusione, nonché 400 euro di multa. La pena risulta sospesa.

ESPULSO MA ANCORA QUI - Intanto continuano gli accertamenti relativi alla posizione del nigeriano arrestato martedì nei pressi di piazza Isolo, a seguito di un concitato inseguimento scaturito dal blitz antidroga della polizia. L’uomo, senza fissa dimora in Italia e già destinatario di un ordine di espulsione, è stato denunciato per non aver ancora lasciato il territorio nazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento