menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, due anni di discussioni per salvare il Lazzaretto dall'incuria: trovato l'accordo col Fai

La convenzione prevede la concessione per 18 anni dell'area, durante i quali il Fondo per l'ambiente italiano si è impegnato a realizzare una serie di interventi, partendo dalla bonifica completa dell'area

Dopo mesi e mesi di discussioni e tentativi di "savataggio", la Giunta comunale di Verona ha dato mandato all’assessore all’Ambiente, Enrico Toffali, di predisporre, attraverso i suoi uffici, una bozza di convenzione tra il Comune di Verona e il Fai-Fondo per l'ambiente italiano, dedicata alla valorizzazione e la riqualificazione dell’area del Lazzaretto, all’interno del parco dell’Adige. Il testo dell’accordo verrà discusso in Giunta tra due settimane nella sua stesura definitiva per poi essere trasmesso al Consiglio comunale per l’approvazione finale.

La notizia è stata data da Toffali stesso: “Dopo due anni di incontri e valutazioni siamo giunti alla formalizzazione dell’accordo con il Fai per procedere ad una vera riqualificazione del Lazzaretto. La convenzione, che sarà stipulata secondo quanto indicato dal Codice dei beni culturali e del paesaggio prevede, a fronte della concessione per 18 anni dell’area, la realizzazione da parte del Fai di una serie di interventi - già definiti per i primi due anni e successivamente da programmare in concerto con l’Amministrazione comunale sulla base delle risorse che saranno disponibili - nonché della gestione ordinaria del sito e della realizzazione di orti collettivi in un’area adiacente di sua proprietà. Grazie ad un dettagliato crono programma già nei prossimi mesi l’area del Lazzaretto potrà essere finalmente bonificata e completamente fruibile dai cittadini”.

Gli interventi previsti all’interno della convenzione, già coperti finanziariamente dal Fai con un importo di circa 250mila euro e da realizzare nei primi due anni, riguarderanno la bonifica e la pulizia dell’area, la realizzazione di rilievi geometrico-dimensionali, dello stato di conservazione e delle specie arboree, la messa in sicurezza del tempietto e delle mura perimetrali, il progetto definitivo di riqualificazione dell’area del Lazzaretto, comprese attività di promozione e raccolta fondi.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento