Verona, consigliere della Lega contro Mandela: "Un terrorista, belva assetata di sangue bianco"

L'esponente padano di 29 anni della settima Circoscrizione scatena una bufera dopo le dichiarazioni sul suo profilo Facebook. Si era già distinto, in passato, per alcune difese nei confronti del criminale nazista Priebke

Francesco Vartolo (Foto web)

A poche ore dalla morte del leader sudafricano Nelson Mandela, scomparso a 95 anni dopo una lunga malattia, un consigliere della settima Circoscrizione comunale di Verona (Porto San Pancrazio, San Michele Extra, Madonna di Campagna), esponente della Lega Nord, Francesco Vartolo, 29 anni, ha postato su Facebook: "Finalmente il terrorista Mandela, belva assetata di sangue bianco trasformato in eroe dalla propaganda mondialista, si troverà di fronte a tutta la gente che ha fatto ammazzare". "Con le bombe nelle chiese o con i copertoni incendiati intorno al collo".

vartolo-mandela

IL SUO MOTIVO - "Mandela - avrebbe spiegato Vartolo - è considerato da molti un mito ed è premio Nobel per la pace, ma spesso ci si dimentica che a causa del movimento da lui fondato, l'Anc, è in atto un vero e proprio genocidio dei boeri e dei popoli bianchi in Sudafrica. I bianchi ogni giorno vengono uccisi nelle proprie case da militanti di Anc che godono di fatto di impunità".

Secondo il consigliere della settima circoscrizione del Comune di Verona, chiunque "può trovare in rete il video di Mandela che canta una canzone che di fatto inneggia all'omicidio del bianchi".

LE SCUSE - Dopo aver innescato una bufera con le sue parole, e aver rimediato l'espulsione dalla Lega Nord, è stato lo stesso Vartolo a presentare le sue scuse: "Mandela è sicuramente un mito per molti e mi scuso con coloro che si sentono offesi dalle mie parole". Il consigliere leghista confessa poi ''di prendere atto'' delle dichiarazioni di Tosi, che ha annunciato la sua espulsione dal Carroccio, anche se "mai formalizzate, sino a questo momento", ma di essere anche "commosso per i tanti messaggi di solidarietà ricevuti in queste ore. Forse è vero che ho usato delle parole sopra le righe però il concetto lo mantengo. Ricordiamoci che le istituzioni internazionali hanno dato un Nobel della pace a Obama, che fino a poco tempo fa voleva bombardare la Siria e non perde occasione di fare la guerra in giro per il mondo, e alla Ue, che lascia morire i migranti nel Mediterraneo''.

REAZIONI - Mentre infuriava la polemica, con una nota diffusa da palazzo Barbieri, il sindaco Flavio Tosi prendeva indirettamente le distanze dalla posizione di Vartolo: “A nome dell’amministrazione comunale di Verona, della cittadinanza tutta e mio personale – scrive Tosi in una lettera di condoglianze all’ambasciatore della Repubblica del Sudafrica in Italia, Nomatemba Tambo – esprimo i sentimenti di profondo cordoglio per la scomparsa del presidente Nelson Mandela, simbolo della lotta per i diritti umani e nostro cittadino onorario. Con commozione partecipo al dolore di tutto il popolo del Sud Africa, al quale sono particolarmente vicino”.

Il provvedimento contro il consigliere leghista arriva invece dopo qualche ora, per opera dello stesso Tosi, anche segretario della Lega Nord-Liga Veneta che giudica "demenziali e offensive" le posizioni dell'ormai ex compagno di partito: "In virtù dei poteri che gli sono statutariamente attribuiti, provvederò oggi stesso all'espulsione di Francesco Vartolo dal Movimento".

"E' un'uscita da condannare e non rappresenta il pensiero della Lega" è il commento del presidente del Veneto, Luca Zaia, alle frasi offensive postate su Facebook. Questi, ricorda Zaia, "è una persona che è stata 25 anni in carcere e ha avuto il premio Nobel per la pace".

"Meglio tardi che mai". Il consigliere regionale veronese del Pd Franco Bonfante commenta così l'espulsione di Vartolo. "Vartolo non è nuovo a queste uscite, visto che recentemente aveva indirizzato espressioni palesemente razziste e filo-naziste verso il ministro Kyenge, esaltando successivamente la figura di Priebke. Dal segretario nazionale del partito Flavio Tosi, che ha già epurato dalla Lega del Veneto i suoi avversari per molto meno, ovvero per semplici divergenze politiche, parte un provvedimento sacrosanto ma in forte ritardo. Resta la vergogna di quelle parole - conclude Bonfante - e la vergogna della Lega di aver tenuto per così troppo tempo tra le proprie fila un esponente di questo tipo".

"Al di là della ferma condanna e dell'espulsione dal partito - sbottano i consiglieri del Pd in Comune, Michele Bertucco e Stefano Vallani - ci auguriamo che Tosi faccia pressione sui leghisti della provincia per revocare la nomina di Vartolo dal Consorzio Bacino Verona Due, dove ricopre la carica di vicepresidente proprio in quota alla Lega Nord. Ci aspettiamo inoltre che Vartolo, dimostratosi un così indegno rappresentante delle istituzioni locali, abbia il buon gusto di dimettersi seduta stante dal Consiglio della settima Circoscrizione. Il ruolo straordinario che Mandela ha avuto nella trasformazione del Sudafrica da paese dell'apartheid a paese democratico è stato agito nel segno della non violenza proprio per evitare sanguinose rivincite degli oppressi sugli oppressori. Ci riempie di orgoglio che una così alta figura storica, di cui in questi giorni piangiamo la scomparsa, sia stato nostro concittadino onorario fin dal 1985. Nella sua visione allucinata e delirante Vartolo dimostra di non avere il minimo senso della storia né della misura.

I PRECEDENTI - Non sarebbe la prima volta che Vartolo finisce nella bufera per le sue dichiarazioni. In passato, come riporta l’Espresso, l'esponente leghista aveva preso le difese del criminale nazista, Erich Priebke:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Lo Stato ti chiede di essere assolutamente contrario a qualsiasi espressione o manifestazione che possa anche solo dare il dubbio che tu non condanni fermamente Erich Priebke. Ovviamente io la penso in modo un po’ diverso. Tutti quelli che sono odiati da tutti, a me stanno simpatici, perché se sei odiato da tutti un motivo di domandarsi il perché c’è, e, probabilmente, se sei così odiato, forse è perché… può anche venire il dubbio che tu sia dalla parte giusta"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus: 11 nuovi casi in Veneto e l'ospedale di Borgo Trento torna ad avere ricoverati

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • L'Aifa autorizza la sperimentazione sul vaccino anti Covid-19: si farà a Verona

  • Ancora un violento temporale e forte vento nella notte su Verona e provincia

  • Temporali in arrivo dopo il gran caldo: stato di attenzione in Veneto fino a martedì

  • Scontro tra auto e bici a Verona, 40enne in rianimazione: si cercano testimoni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento