menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, carabiniere lo sorprende a spacciare e lui per scappare gli lancia contro la bicicletta

La collaborazione tra Arma e polizia fa finire in manette un giovane tunisino di 25 anni dopo che aveva venduto una dose ad un ragazzo in città. Il militare si era avvicinato dopo aver chiamato il 113, intervenuto in pochi minuti

Sorpreso proprio mentre spacciava e avvicinato per un controllo aveva pensato bene di scagliare la bici contro il carabiniere per guadagnarsi la fuga, scappando a piedi. Un altro arresto in piena flagranza che stavolta si deve alla collaborazione tra polizia e militari dell'Arma di Verona. Un fatto accaduto sabato 10 maggio, verso le 12e50, in via Toce, zona Borgo Roma. Ad intervenire sono stati gli agenti del commissariato, per fermare uno spacciatore tunisino 25enne.

A sorprendere il pusher è stato un carabiniere fuori servizio che, attirato dal comportamento sospetto dell’uomo, in trepida attesa dell’arrivo di qualcuno, si era appostato per alcuni minuti. Aveva poi accertato che all'arrivo un giovane ragazzo il 25enne straniero aveva "sganciato" una dose in cambio di 50 euro. A quel punto il militare, che nel frattempo aveva allertato la polizia tramite il 113, era intervenuto qualificandosi, ma di tutta risposta il pusher si è scagliato contro di lui lanciandogli contro la propria bicicletta. Un vano tentativo in quanto la Volante di zona, immediatamente accorsa in aiuto del carabiniere, ha rintracciato e bloccato il tunisino in via Toce arrestandolo con l’accusa di “spaccio di sostanza stupefacente del tipo eroina”. E’ di 10 mesi di reclusione, pena sospesa, la condanna comminata nei suoi confronti dal giudice.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento