Cronaca Tregnago / Via Zerbato

I parenti non avevano sue notizie da Natale. Trovano il cadavere impigliato sull'albero

R. B. aveva da tempo deciso di vivere nella sua casetta isolata in contrada Bovi. I familiari, preoccupati, sono andati a trovarlo e hanno fatto l'amara scoperta: un malore lo aveva stroncato durante un lavoro

È stato trovato in mezzo ai rovi sotto un albero R. B., poco distante da lui una sega elettrica, con la quale stava cercando di sfrondare gli alberi sopra la piccola  abitazione per evitare che con la neve si spezzassero finendoci sopra.
Il 64enne da tempo aveva deciso di vivere nella sua casa isolata in contrada Bovi, a Cogollo, nel comune di Tregnago. I parenti non lo vedevano dal giorno di Natale: da li in poi non avevano più avuto alcuna sua notizie, fino a quando, preoccupati, non hanno deciso di andare a trovarlo.

Giunti sul posto, i familiari lo hanno trovato già morto, con una gamba rimasta impigliata in alto sull'albero, stroncato da un malore mentre portava a termine il lavoro con la sega. Probabilmente un infarto. 
A recuperare la salma ci hanno pensato i vigili del fuoco, mentre i carabinieri di San Bonifacio e Badia Calavena si sono preoccupati di controllare che non ci fossero altre persone coinvolte nell'episodio. Il corpo dell'uomo è stato poi portato all'ospedale di San Bonifacio a disposizione del magistrato, che però non ha disposto l'autopsia essendo chiare le cause di morte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I parenti non avevano sue notizie da Natale. Trovano il cadavere impigliato sull'albero

VeronaSera è in caricamento