Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Veronetta / Via Venti Settembre

Sorpreso dalla Guardia di Finanza mentre spaccia eroina: ne aveva 19 ovuli

Le Fiamme Gialle hanno notato lo strano scambio tra il tunisno e l'italiano, e hanno quindi deciso di intervenire eseguendo una perquisizione sul sospettato

Non conosce sosta l'attività di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti dal parte della Guardia di Finanza di Verona.
A seguito di una mirata ed incisiva attività di intelligence volta a ricostruire la fitta rete di spacciatori che operano in città, gli uomini del Nucleo di Polizia Tributaria hanno proceduto al controllo di un cittadino di origine tunisina, residente nel capoluogo scaligero.
Nella giornata del 17 febbraio, a Verona, uno “strano” scambio tra l’extracomunitario ed un italiano ha attirato l’attenzione delle Fiamme Gialle.
I Finanzieri così hanno effettuato la perquisizione personale nei confronti del soggetto, rinvenendo 19 ovuli di eroina per un totale di 17 grammi nonché 590 euro in contanti, frutto dell’attività di spaccio.

La perquisizione si è poi spostata all'abitazione dell'uomo, disoccupato e privo del permesso di soggiorno, dove i militari hanno trovato un bilancino di precisione e tutto il materiale utilizzato per la preparazione delle singole dosi.
Il responsabile, processato nella mattinata del 19 febbraio per direttissima, è stato condannato dal Tribunale di Verona a due anni di reclusione, con pena sospesa, ed al pagamento di una multa pari ad euro 1.200.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso dalla Guardia di Finanza mentre spaccia eroina: ne aveva 19 ovuli

VeronaSera è in caricamento