Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca via Grezzana

Rapina una banca con il taglierino: arrestato solo due ore dopo

I carabinieri di Verona, non appena hanno ricevuto la segnalazione da parte dei dipendenti dell'istituto di credito, hanno subito indovinato l'identità del delinquente, già fermato in passato

Quando è uscito dalla filiale della Banca Popolare di Verona di Grezzana non avrebbe mai pensato che sarebbero bastate poche decine di minuti ai carabinieri per arrestarlo e invece a dovuto fare i conti con le indagini lampo della locale stazione e del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Verona. Nonostante il cappuccio della sua felpa blu, i militari dopo aver visionato le immagini delle videocamere a circuito chiuso presenti nella sede di via Roma dell’istituto di credito, hanno subito avuto il sospetto che si potesse trattare di una loro vecchia conoscenza, già arrestata in passato per reati in materia di sostanze stupefacenti. Ecco perché, dopo aver fatto fare il riconoscimento fotografico ai dipendenti minacciati con il taglierino, si sono presentati presso la sua abitazione di Verona e lì hanno trovato il bottino del colpo, 1800 euro, il taglierino e l’abbigliamento indossato durante la rapina. Troppe le prove per non ammettere le proprie responsabilità davanti ai militari dell’Arma. I carabinieri, dopo aver sequestrato tutte le prove a suo carico lo hanno accompagnato nelle camere di sicurezza del Comando Provinciale di via Salvo d’Acquisto e questa mattina, dopo la convalida dell’arresto, ha patteggiato una pena di 2 anni di reclusione. Ora è ristretto in regime di arresti domiciliari presso la sua abitazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina una banca con il taglierino: arrestato solo due ore dopo

VeronaSera è in caricamento