rotate-mobile
Cronaca Valverde / Via Gian Matteo Giberti

I farmacisti veronesi al fianco dei terremotati: partita la raccolta fondi

L'Ordine dei farmacisti di Verona si mobilita a sostegno della popolazione colpita dal sisma, lanciando una raccolta fondi da destinare all'acquisto di medicinali e attrezzature sanitarie

L'Ordine dei Farmacisti di Verona ha prontamente deciso di inviare una circolare a tutti i suoi circa 1200 iscritti, per chiedere ai colleghi di partecipare con una donazione ad una raccolta fondi da girare interamente al gruppo Farmacisti Volontari in Protezione Civile. Con il fondo che si verrà a creare si potranno acquistare in loco i medicinali e le attrezzature sanitarie di cui c'è necessità. "Ringraziando i colleghi e le altre squadre di Farmacisti Volontari veronesi che si alterneranno a turno nell’emergenza, insieme a tutto il Consiglio Direttivo dell’Ordine dei Farmacisti di Verona", afferma Massimo Martari, presidente dell'Ordine veronese, "invito tutti i colleghi sia a partecipare attivamente associandosi al gruppo dei Farmacisti Volontari in Protezione Civile di Verona, sia a sostenerlo con una donazione". ?

I membri dell'Associazione nazionale Farmacisti Volontari, sezione di Verona, sono partiti nella serata di mercoledì e sono già operativi da stamattina, grazie al camper attrezzato a farmacia mobile, donato dall'Ordine dei Farmacisti di Verona all'Associazione, per prestare soccorso, distribuendo farmaci.? Il camper, con il presidente dell’Associazione, il dottor Paolo Pomari e le colleghe dottoresse Loredana Bavosa e Elena Vecchioni, è giunto questa mattina nel campo base della Protezione Civile di Arquata del Tronto (AP),  a disposizione della macchina dei soccorsi. La situazione è molto difficile, fanno sapere, e serve tutto l'aiuto possibile. L'Associazione è nata su impulso della Federazione nazionale degli Ordini dei Farmacisti (Fofi) all’indomani del sisma dell’Aquila del 2009 ed ufficialmente iscritta nell’elenco centrale della Protezione Civile.

L'Ordine dei farmacisti di Verona è stato fra i primi ad aderire all'Associazione nazionale Farmacisti Volontari, partecipando con un contributo di solidarietà e poi, qualche anno dopo, utilizzando i fondi destinati alla solidarietà all'acquisto di un camper attrezzato a farmacia mobile, che è stato donato all'Associazione. Per poter operare all'interno della Protezione Civile sono però obbligatori dei corsi di formazione, per essere pronti di fronte alle eventuali difficoltà che si potrebbero presentare; per questo alcuni farmacisti veronesi hanno dato la propria disponibilità come volontari e sono in questo momento all'opera accanto agli altri volontari della Protezione Civile. "Li ringraziamo moltissimo per il loro impegno", afferma Massimo Martari, presidente dell'Ordine dei Farmacisti di Verona, "e personalmente li ammiro molto per il lavoro che stanno svolgendo, in questo tragico momento, a sostegno della popolazione colpita dal sisma".

VENETO BANCA: UN CONTO CORRENTE PER LE VITTIME DEL SISMA

Si moltiplicano le iniziative di natura finanziaria in favore delle famiglie e delle imprese del Centro Italia colpite dal terremoto: anche il Gruppo Veneto Banca ha lanciato una sottoscrizione per le popolazioni del Centro Italia recentemente colpite dal grave sisma. Il conto è destinato a raccogliere contributi per i territori così gravemente feriti dalle terribili scosse. Con questa iniziativa, l'Istituto partecipa attivamente alla gara di solidarietà che l'Italia ha messo in atto per i terremotati del Centro Italia. Di seguito le coordinate IBAN del conto corrente intestato a “Vicini al Centro Italia”

  • IBAN: IT93 C050 3521 1134 1857 0750 197
  • Causale: Emergenza Terremoto Centro Italia

Per tutte le donazioni eseguite presso le filiali del Gruppo Veneto Banca le commissioni del bonifico saranno azzerate. Il Gruppo Veneto Banca continua così la serie di iniziative di natura finanziaria in favore delle famiglie e delle imprese colpite dal terremoto. Tra le misure già operative - comunicate ieri pomeriggio - l’attivazione della linea di finanziamento "Emergency” dedicata a coloro che hanno subito dei danni all’abitazione, all’attività o all’azienda a causa del terremoto che ha interessato famiglie e imprese delle province dove il Gruppo Veneto Banca è presente con le filiali di Banca Apulia e dell’ex Cassa Risparmio di Fabriano e Cupramontana.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I farmacisti veronesi al fianco dei terremotati: partita la raccolta fondi

VeronaSera è in caricamento