rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Ordigno di guerra a Dolc, in 1200 pronti allo sgombero

Strade e binari chiusi al traffico domenica 10 aprile per il brillamento di una bomba inesplosa

A seguito del rinvenimento di una bomba aerea inesplosa del peso di 500 libbre risalente alla seconda guerra mondiale in località Volargne di Dolcè si è svolta una riunione alla Prefettura di Verona per organizzare i necessari interventi di brillamento. Le operazioni tecniche finalizzate alla inertizzazione dell’ordigno ritrovato in via Padre Bardellini a cura del personale militare del Comando dell'ottavo reparto Genio guastatori “Folgore”, avranno luogo domenica 10 aprile 2011 e si articoleranno in tre fasi: il disinnesco dell’ordigno in loco, il trasporto verso un sito idoneo e infine il brillamento. Lo spazio aereo sovrastante le aree dell’intervento sarà interdetto al volo per un raggio ed un’altezza di 500 metri come dalle valutazione emesse dalle autorità aeronautiche.

La prima fase partirà alle 7e50, con l'allestimento dell’area di ricovero per gli sfollati. Tra le 8 e le 9 avverrà quindi lo sgombero dei 1200 cittadini residenti compresi nell’area del disinnesco e verrà chiusa la viabilità nel raggio di 500 metri. Dalle 9 alle 11 verrà negato il transito nella Statale 12: il traffico verrà deviato, in entrambi i sensi di marcia, sulla Provinciale 27 A e sulla Provinciale 11, nelle località Passaggio di Napoleone in Sant’Ambrogio di Valpolicella e Peri di Dolcè. Dalle 9e40 alle 11 verrà interrotto anche il traffico sulla linea ferroviaria Verona-Brennero, nel tratto compreso nell’area di sgombero di 500 metri dal sito del disinnesco. Infine avverrà il disinnesco dell’ordigno.

La seconda fase riguarderà il trasporto dell’ordigno disinnescato presso una cava individuata come sito idoneo, mentre la terza fase pervederà l'interdizione e lo sgombero dell’area nel raggio di 300 metri dal sito del brillamento. Lo scoppio avverrà tra mezzogiorno e le 14. Nell’occasione, i sindaci di Dolcè e Rivoli Veronese garantiranno lo sgombero e l’interdizione al traffico delle aree a rischio. I Comuni faranno recapitare a tutta la popolazione interessata un volantino con il quale saranno evidenziati i comportamenti da tenersi, le precauzioni da adottarsi in occasione della bonifica, nonché la tempistica delle operazioni. La popolazione sgomberata verrà ospitata temporaneamente al campo sportivo di Volargne, in una tensostruttura per l’accoglienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordigno di guerra a Dolc, in 1200 pronti allo sgombero

VeronaSera è in caricamento