rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca Centro storico / Piazza Brà

One Direction e Giro d'Italia bloccano Verona: ordine pubblico a rischio, si studiano le contromosse

Il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica si è riunito venerdì per discutere di quali provvedimenti prendere durante gli eventi e anche della situazione della casa circondariale di Montorio

Si è riunito venerdì il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, presieduta dl prefetto Perla Stancari. L'incontro ha visto la partecipazione dei vertici dei comand provinciali dei carabinieri, della Questura e della Guardia di Finanza, l'assessore della Sicurezza della Provincia e dei Servizi Sociali del Comune Anna Leso. Tre le questioni fondamentali affrontate: il concerto degli One Direction del 19 maggio in Arena, le due tappe del Giro d'Italia che transiteranno da Verona e la situazione della casa circondariale di Montorio. 

ONE DIRECTION - Il certo afflusso di numerosi fans del gruppo musicale inglese, con la seria possibilità che siano in molti a presentarsi anche senza biglietto, costringe gli enti comunali a misure di sicurezza adeguate alla situazione. Il regolare svolgimento del concerto dovrà essere garantito sia sotto il profilo dell'ordine pubblico, che della viabilità. 

GIRO D'ITALIA - Il 22 e il 26 maggio due tappe della corsa rosa attraverseranno la provincia veronese nei comuni di: Verona, Valeggio sul Mincio, Ronco all'Adige, Villafranca di Verona, Castel d'Azzano, Povegliano veronese, Belfiore, San Bonifacio, San Giovanni Lupatoto, Lavagno, Castelnuovo del Garda, San Martino Buon Albergo, Soave, Lazise, Colognola ai Colli, Vigasio, Zevio, Lazise, Peschiera, Caldiero e Sona. Organizzare gli indispensabili servizi di sicurezza, verificare quali strade chiudere al traffico per consentire il transito della Carovana Rosa ed inviduare eventuali percorsi alternativi: sono questi i compiti assegnati al comitato, sche svolgerà alcuni sopralluoghi al fine di monitorare ogni cosa, grazie anche all'ausilio delle polizie municipali dei comuni interesati.

CASA CIRCONDARIALE - Riguardo al carcere di Montorio è stata esaminata la situazione sia dal punto di vista della sicurezza che della prevenzione. Sono state esaminate le procedure di vigilanza che le forze di polizia utilizzano quotidianamente all'esterno della struttura carceraria, in aggiunta ai dispositivi presenti all'interno. Si è poi discusso anche di alcuni progetti volti a migliorare le condizioni di vita dei detenuti e anche in previsione di un loro reinserimento nella società, una volta scontata la propria pena. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

One Direction e Giro d'Italia bloccano Verona: ordine pubblico a rischio, si studiano le contromosse

VeronaSera è in caricamento