menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'area dove sorgerà il nuovo ecocentro di Pescantina

L'area dove sorgerà il nuovo ecocentro di Pescantina

Pescantina, consegnati i lavori per il nuovo ecocentro da un milione di euro

Sorgerà in un'area di 6.100 mq compresa tra via Bardoline e la bretella autostradale e sarà idoneo per dimensioni e caratteristiche tecniche e igieniche alle esigenze dei cittadini

Il Comune di Pescantina ha consegnato lo scorso 21 dicembre i lavori per la realizzazione del nuovo ecocentro. La ditta che se li è aggiudicati è la Mpf srl di Parma. La nuova opera dovrebbe essere conclusa in sei mesi, poi ci sarà la predisposizione e infine l'apertura al pubblico. Fino ai primi di giugno resterà dunque attiva la struttura di via Monti Lessini.

Il nuovo ecocentro sorgerà in un'area di 6.100 mq compresa tra via Bardoline e la bretella autostradale, zona già individuata e fissata dalle precedenti amministrazioni. La nuova struttura sarà idonea per dimensioni e caratteristiche tecniche e igieniche alle esigenze dei cittadini, oltre ad essere recintata, illuminata e videosorvegliata. L'ingresso sarà regolato da sbarre automatiche e ci saranno aree di conferimento distinte per rifiuti non pericolosi, pericolosi, apparecchiature elettriche, inerti e verde. Tutte le aree di conferimento saranno coperte e il conferimento dei rifiuti non pericolosi potrà essere effettuato direttamente da un'ampia piattaforma rialzata accessibile in auto. Gli operatori avranno a disposizione un edificio con ufficio, magazzino, spogliatoio e servizi igienici.

Oltre all'ecocentro, saranno realizzate opere stradali finalizzate a rendere sicuro e agevole l'accesso da via Bardoline. In particolare, sarà costruita una strada di accesso parallela alla stessa strada. Sarà anche predisposto uno spazio per la pesa dei rifiuti, in modo che in futuro si possano registrare i flussi in ingresso e in uscita. In un tempo successivo, è prevista anche la realizzazione, all'interno del magazzino, di un'area di baratto per lo scambio di oggetti e materiali ancora in buono stato.

Il costo complessivo di acquisto dell'area, progettazione ed opere è di un milione di euro, interamente coperto da mutuo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento