menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Motorcity, tutto bloccato: "Il Centro  illegittimo"

Motorcity, tutto bloccato: "Il Centro illegittimo"

Motorcity, tutto bloccato: "Il Centro illegittimo"

La Provincia pronta ad annullare la delibera del Comune di Trevenzuolo sul polo Agroalimentare

Un “effetto domino sull’autodromo”. Con queste parole il Pd in Provincia impugna le carte e contesta il Centro agroalimentare di Trevenzuolo e il relativo Piano urbanistico attuativo approvato tramite delibera il 28 settembre scorso nel comune veronese. Arriva così a compimento la battaglia che il Pd ha giurato sulla “triade” di grandi opere tra Trevenzuolo e Vigasio: il district park, l’autodromo e lo stesso centro agroalimentare.

La notizia arriva dal consigliere provinciale Pd, Vincenzo D’Arienzo: “Nel novembre 2009 abbiamo presentato un ricorso in Provincia, ai sensi dell’articolo 30 della legge urbanistica. La variante al piano d’area del Quadrante Europa che tratta queste tre grandi opere prevedeva la realizzazione di una rete stradale a supporto delle strutture specialmente per quanto riguarda l’edificazione, necessaria e prescritta, del casello autostradale di collegamento Isolalta- Vigasio”. E sono queste stesse illegittimità ad essere state approvate dal settore Pianificazione della Provincia che, il 13 maggio scorso, ha spedito la raccomandata di notifica al Comune di Trevenzuolo. Una procedura di annullamento istruita 5 mesi fa ma che ora rischia di far “saltare” sulla sedia i precedenti amministratori comunali, responsabili dell’approvazione in Consiglio.

“La decisione- precisa D’Arienzo- avrà dirette conseguenze anche sul progetto ‘mostro’ del motor city e verrà bloccato ogni lavoro svolto in barba alle normative vigenti secondo le quali ogni atto urbanistico dei comuni di Trevenzuolo e di Vigasio per favorire la costruzione del polo sarà dichiarato illegittimo e verrà annullato d’ufficio dalla Provincia. Prima si fanno le strade e si rispettano le decisioni stabilite dalla Valutazione di impatto ambientale e poi si inseguono i diritti, legittimi, dei privati”. Una bocciatura sonora per la precedente amministrazione di Trevenzuolo ma che ora ricadrà sull’attuale che avrà 60 giorni di tempo per presentare le controdeduzioni prima dell’annullamento della delibera.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento