Cronaca Oppeano / Via Antonio Salieri

Morto sul lavoro a Vallese dopo essere stato colpito da una barra metallica

Si chiamava Maurizio Cossu il 41enne deceduto nel pomeriggio di mercoledì nel comune di Oppeano. Ora tocca ai tenici Spisal dell'Ulss 9 Scaligera stabilire eventuali responsabilità sul decesso

Saranno gli accertamenti dei tecnici Spisal dell'Ulss 9 Scaligera a stablire cosa abbia portato alla morte di Maurizio Cossu, il 41enne residente a Salò, deceduto nel pomeriggio di mercoledì a Vallese di Oppeano in seguito ad un incidente sul lavoro avvenuto nell'acciaieria ASO SPS. 

Errore? Distrazione? Guasto? Non è chiaro cosa abbia portato alla morte dell'operaio, dipendente di una ditta esterna, la Idro Tecno Garda Impianti, che stava eseguendo un'operazione svolta già in altre occasioni. Insieme ad un collega infatti era intento a svolgere una mansione di manutenzione ad una barra metallica pesante alcuni quintali, quando questa si è mossa sganciandosi da uno dei due supporti a cui era fissata, finendo col colpirlo alla testa poco prima delle ore 14. 
Il 41enne praticamente è morto sul colpo, senza lasciare la possibilità al personale del 118 intervenuto di portargli le cure del caso: a nulla sono valsi i tentativi di rianimarlo. La salma è stata poi portata nelle celle mortuarie dell'ospedale di Bovolone e i tecnici del Servizio di prevenzione, igiene e sicurezza negli ambienti di lavoro, arrivati sul posto insieme ai carabinieri della stazione di Oppeano, ora indagano per verificare eventuali responsabilità. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto sul lavoro a Vallese dopo essere stato colpito da una barra metallica

VeronaSera è in caricamento