rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca Centro storico / Via Filippini

Tre giovani intossicate dal monossido di carbonio finiscono in ospedale

Provvidenziale l'intervento dei vigili del fuoco: una delle tre ragazze è stata portata in codice rosso a Borgo Trento

Un dramma sfiorato a Verona nella scorsa notte. È quanto è avvenuto tra sabato 8 e domenica 9 gennaio in un appartamento del centro, in via Filippini, dove i vigili del fuoco e i soccorritori del Suem 118 sono intervenuti per prestare aiuto a tre giovani ragazze. Queste ultime, infatti, sarebbero rimaste intossicate, verosimilmente, a causa del monossido di carbonio mentre si trovavano insieme in un'abitazione del centro storico.

L'allarme è scattato poco prima delle 2 di notte, grazie ai familiari delle ragazze che, non ricevendo risposta dalle giovani, hanno chiamato i soccorsi. I pompieri sono intervenuti con un'autoscala, entrando nell'appartamento da una finestra e scoprendo così che le tre ragazze erano prive di sensi.

Sul posto sono giunte anche due ambulanze, delle quali una infermierizzata, oltre ad un'automedica. Le tre giovani sono state tutte accompagnate in ospedale, le due in condizioni migliori presso quello di Borgo Roma in codice giallo, mentre la terza, più grave, in codice rosso all'ospedale di Borgo Trento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre giovani intossicate dal monossido di carbonio finiscono in ospedale

VeronaSera è in caricamento