Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Allarme inquinamento, il Nord maglia nera d'Italia

Secondo il report dell'Istat "Dati ambientali delle città" il numero medio di giorni in cui si è registrato lo sforamento del valore limite di Pm10 si è attestato, nel 2011, a 54,4 giorni

I dati parlano chiaro e non sono per nulla confortanti: è peggiorata la qualità dell'aria nelle città italiane. Soprattutto al Nord dove si concentrano i comuni che hanno superato per più volte i limiti consentiti delle pm10, le polveri sottili.

Secondo il report dell'Istat "Dati ambientali delle città" il numero medio di giorni in cui si è registrato lo sforamento del valore limite di Pm10 si è attestato, nel 2011, a 54,4 giorni. In sostanza si è invertito il trend degli ultimi anni che avevano visto il passaggio dai 68,9 giorni del 2007 ai 44,6 del 2010.


L’incremento riguarda quasi esclusivamente i capoluoghi del Nord Italia, passati da 55,8 a 75,2 giorni. Qui a incidere negativamente, spiega l’Istat, è anche l’andamento dei fattori meteo-climatici nel Settentrione e soprattutto nella Pianura Padana. In particolare Verona, Milano, Trieste, Roma e Torino hanno fatto registrare incrementi che vanno dai 27 ai 60 giorni in più di superamento dei limiti durante l'anno, mentre gli unici grandi comuni che rimangono al di sotto delle 35 giornate di superamento del limite per il Pm10 sono Genova, Catania e Bari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme inquinamento, il Nord maglia nera d'Italia

VeronaSera è in caricamento