Va a sbattere contro le auto parcheggiate e poi scappa: trovato pirata della strada

Nel corso della notte il conducente di una Nissan ha centrato due veicoli posteggiati in Lungadige Re Teodorico e poi è scappato. Un altro guidatore invece è stato fermato ubriaco dopo un sinistro in via Riccione

Un altro episodio di pirateria stradale si è svolto nella notte tra sabato e domenica, questa volta però la polizia municipale è riuscita subito ad identificare il veicolo. 
Il conducente di una Nissan è andato a sbattere contro due veicoli regolarmente parcheggiati in Lungadige Re Teodorico, per poi fuggire cercando di far perdere le proprie tracce. Sul posto ha lasciato un copricerchione, mentre un testimone dell'accaduto ha inoltre fornito la targa ai vigili urbani, che però non corrispondeva a quella del veicolo. 
Ci sono volute ore di lavoro all'Unità di contrasto alla pirateria stradale della polizia locale, che ha svolto numerose verifiche, andando a casa dei possessori di Nissan con i numeri della targa parziale fornita dal testimone e incrociando i pochi dati a disposizione. 
Alla fine l'auto in questione è stata trovata parcheggiata sugli stalli blu in via Santa Maria Rocca Maggiore. Una volta suonato il campanello dell'intestatario dell'auto, i genitori dello stesso hanno detto che il figlio aveva avuto un incidente e poi sotto choc aveva vagato per la città. Questo ovviamente non gli permetterà di evitare le sanzioni del caso. In queste situazioni infatti o vengono allertate le forze dell'ordine o i proprietari dei veicoli devono firmare la constatazione amichevole. I familiari hanno sostenuto di aver messo dei bigliettini sulle auto incidentate, ma non sono stati trovati. 
A causa della violenza dell'impatto all'auto sono esplosi pure gli airbag. Il giovane automobilista è stato così multato con 300 euro di sanzione  e, visti i gravi danni ai veicoli che comporteranno la revisione, gli verrà applicata dal prefetto la sospensione da 15 giorni a due mesi della patente. 

Nessuna notizia invece dell'auto che ha investito un pedone in via Tunisi due giorni fa e gli inquirenti sospettano che si trattasse di un veicolo rubato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intorno alle 16 di ieri pomeriggio invece, un 50enne residente in provincia ha provocato un incidente in via Riccione. L'altro guidatore, ipotizzando che l'uomo fosse sotto l'effetto dell'alcol, ha avvisato la polizia municipale che lo ha sotto posto all'alcol test: il risultato è stato un tasso alcolemico di 2.96. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento