Dolore sui social per i giovani morti a Bonavigo, su una via ritenuta pericolosa

Pochi giorni prima dell'incidente, il consiglio comunale di Bonavigo ha discusso la proposta di realizzare una rotatoria sulla strada in cui sono deceduti Luca Verdolin e Francesca e Chiara Mercurio

Francesca Mercurio, una delle vittime dell'incidente di Bonavigo (Foto Instagram)

Anche attraverso i messaggi lasciati sui profili social delle vittime si è manifestato il dolore per la morte di Luca Verdolin e di Francesca e Chiara Mercurio, i tre giovani deceduti nell'incidente stradale dello scorso 7 dicembre a Bonavigo, in via Pilastro.
Su Facebook o su Instagram, amici e conoscenti hanno lasciato un loro ricordo di Luca, descritto come un ragazzo onesto, simpatico e sorridente. C'è chi lo aveva conosciuto tramite la pallavolo o il ballo e chi sul lavoro, tutti increduli per questa perdita improvvisa. Come increduli sono anche gli amici di Francesca e Chiara, le due ragazze di Napoli, trasferitesi con la mamma nel Veronese e ben integrate. Chiara, 15 anni, studiava all'istituto Medici di Legnago. Luca e Francesca erano andati a riprenderla all'uscita di scuola e stavano tornando a casa, a Ronco all'Adige, quando è avvenuto lo schianto. Anche i compagni di scuola di Chiara hanno espresso il loro dolore sui social, mentre l'istituto organizzerà per loro un servizio di supporto psicologico per affrontare questo lutto. Difficile accettare per i conoscenti di Chiara e Francesca l'idea di non poter più vedere queste due sorelle molto legate, che erano riuscite a trovare un posto in molti cuori.
Ed anche attraverso i social network è stato trasmesso il cordoglio ai genitori dei tre ragazzi, a cui la vita ha riservato la sofferenza più grande che può capitare ad un padre e ad una madre, quella di perdere i figli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche le istituzioni hanno espresso il dolore della comunità per la morte di tre giovani. Cordoglio è stato espresso dagli amministratori di Ronco all'Adige dove vivono le famiglie delle vittime. Ma il dolore ha toccato anche il comune di Bonavigo, dove è avvenuto l'incidente. Nell'ultimo consiglio comunale di Bonavigo era stata discussa la proposta di realizzare una rotatoria all'incrocio tra via Pilastro e via Giovanni XXIII. Un tratto di strada ritenuto poco sicuro dai residenti e in cui erano già capitati degli incidenti, anche se non così gravi. Con una rotatoria si renderà più sicuro l'incrocio e la circolazione stradale di via Pilastro. Peccato però che sarà troppo tardi per le tre vittime di sabato scorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

  • Fatture false per evadere l'Iva, sequestri per 74 milioni ad azienda veronese

  • Virus: 15 nuovi casi totali di positivi in Veneto, 6 sono a Verona che segna zero morti in 24 ore

Torna su
VeronaSera è in caricamento