menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festival della Bellezza, annunciati due nuovi ospiti: Ute Lemper e Goran Bregović

L'estroso compositore Goran Bregović, famoso nel mondo per le colonne sonore dei capolavori cinematografici di Emir Kusturica, e l'artista di grande fascino e carisma Ute Lemper saranno tra gli ospiti della prossima edizione del Festival della Bellezza

Dopo la notizia di ieri che il Maestro Ennio Morricone ha scelto il Festival della Bellezza per il suo ultimo concerto in Arena, come evento conclusivo del suo tour mondiale “The 60 Years of Music World Tour”, annunciati come anteprima altri due ospiti tra i più apprezzati del panorama internazionale, Ute Lemper e Goran Bregovi?, a riprova che il festival si sta sempre più affermando tra i principali italiani.

Ute Lemper inaugura l’edizione 2017 l'1 giugno al Teatro Romano col concerto “Berlin days, Paris nights”, nel quale porta in scena i classici del suo repertorio in un viaggio musicale dall’evocazione dell’anima berlinese in Marlene Dietrich, Weill, Brecht e le canzoni del Cabaret, alla suggestione dell’universo poetico della chanson francese con i capolavori di Jacques Brel e Edith Piaf, fino all’approdo in Argentina con il Tango Nuevo di Astor Piazzolla. La Lemper è artista di grande fascino e carisma, protagonista da anni sui principali palcoscenici per classe e magnetismo. Eclettica e appassionata, passa da una lingua all’altra, da un genere all’altro, lasciando spazio all’improvvisazione e a momenti di alto virtuosismo, grazie a una voce sofisticata e potente, una sensibilità profonda, un’innata eleganza.

L’8 giugno, accompagnato dalla sua storica formazione Wedding & Funeral Band, l’estroso compositore Goran Bregovi?, famoso nel mondo per le colonne sonore dei capolavori di Kusturica e di Train de Vie, propone al Teatro Romano i suoi grandi successi in un concerto dai ritmi travolgenti, in un’originale miscela scoppiettante che fonde jazz, tango e ritmi folk slavi, suggestioni latine e vocalità bulgare, polifonie sacre ortodosse e moderni battiti rock, che hanno reso i suoi concerti tra i più coinvolgenti della scena internazionale. “Sonorità fragorose, un po' alticce, affidate agli ottoni, si alternano ad altre solenni, toccanti. Affascinanti le voci delle coriste bulgare, che ben si sposano con le trombe e il sax”.

Biglietti disponibili al Verona Box Office, sul circuito Geticket (punti vendita e call center 848 002008) e on line su www.geticket.it,www.boxofficelive.itwww.ticketone.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento