Mente ai militari che lo devono multare, ciclista veronese denunciato

Un 55enne di Caprino Veronese era stato sorpreso in mountain bike a San Zeno di Montagna e per evitare la sanzione ha nascosto la sua vera identità ai carabinieri

Carabinieri a San Zeno di Montagna

I carabinieri di Torri del Benaco hanno denunciato un 55enne di Caprino Veronese per aver fornito false dichiarazioni sulla propria identità personale ai militari che lo stavano controllando.

L'uomo è stato fermato a San Zeno di Montagna, mentre pedalava in perfetta tenuta ciclistica su di una mountain bike. All'atto del controllo, il 55enne si è mostrato infastidito ed ha detto di non sopportare più le restrizioni che obbligano tutti i cittadini a restare a casa per ridurre i contagi da coronavirus. E proprio per questo avrebbe deciso di salire sui monti veronesi per una sgambata sulle due ruote.

I militari hanno compreso lo stato d'animo del cittadino, ma non potevano fare altro che multarlo, vista la palese violazione delle norme di contrasto alla diffusione del Covid-19. Per compilare la sanzione, i carabinieri hanno chiesto i documenti che però l'uomo non aveva con sé. A quel punto, i militari hanno chiesto le generalità al 55enne che ha fornito i dati richiesti dagli uomini dell'Arma. Dati che sono stati subito controllati e che non risultavano presenti nella banca dati delle forze dell'ordine. Questo fatto insolito ha spinto gli operanti ad approfondire i controlli e così il ciclista veronesi, compreso che la situazione si stava inutilmente complicando per lui, ha confessato di aver dato delle false generalità ed ha fornito il suo vero nome.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il 55enne, quindi, alla sanzione per essere uscito di casa senza valida motivazione si è aggiunta la denuncia per falsa attestazione a pubblico ufficiale, reato che prevede la pena della reclusione da uno a sei anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Hellas Verona - Genoa, probabili formazioni | Difesa gialloblù in emergenza

  • Polemica su Crisanti, il professor Palù: «È un mio allievo esperto di zanzare»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento