Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Mi stava tremando la casa sotto i piedi. Pensavo fosse un terremoto»

La testimonianza di un giovane che, insieme alla madre, abita sopra l'appartamento di Veronetta esploso nella mattinata di venerdì. Come già sostenuto da un'altra residente, anche secondo lui l'episodio non sarebbe stato casuale

 

Intervistato da Luca Ciuffoni, un residente della palazzina dove venerdì mattina si è verificata una forte esplosione all'interno di un appartamento, racconta quei concitati momenti, con il fumo saliva nella sua abitazione del secondo piano dove si trovava con la madre: «Ci siamo svegliati con un fortissimo boato. Mi stava tremando la casa sotto i piedi». 
Il giovane poi racconta delle difficoltà incontrate nell'abbandonare l'appartamento: «Abbiamo provato ad uscire da casa nostra, però non potevano. C'era troppo fumo ed era "ardente", ti ustionava». Come già sostenuto da un'altra residente della zona inoltre, anche il ragazzo sostiene che non si sia trattato di un incidente: «È stata una cosa volontaria». 
Partite le indagini su quanto accaduto.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento