Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dolosa l'esplosione di Veronetta? «Da giorni diceva che doveva commettere un reato»

Secondo la testimonianza di una residente della zona, l'uomo che abitava nell'alloggio Agec di via San Giovanni in Valle nei giorni scorsi avrebbe ricevuto lo sfratto definitivo e in diversi lo avrebbero sentito lasciarsi andare a queste ipotesi

 

«Frequenta il bar che c'è qua in piazza Isolo e tante persone avevano sentito questa dichiarazione rilasciata proprio da lui, che doveva commettere qualche reato». È Maria, residente vicino all'appartamento di via San Giovanni in Valle, dove venerdì mattina si è verificata una violenta esplosione, a raccontare le intenzioni manifestate (non si sa se effettivamente messe in pratica) nei giorni scorsi dall'uomo che lo abitava. 
Udito al bar che frequentava in piazza Isolo mentre affermava che «doveva commettere qualche reato», nei giorni precedenti avrebbe ricevuto lo sfratto definitivo dalla casa. 
Maria inoltre ha raccontato della «rabbia» per i mancati provvedimenti presi in precedenza nei confronti dell'uomo, che sarebbe stato oggetto di diverse denunce e per il quale sarebbe stato creato anche una sorta di «comitato di quartiere» per segnalare tale situazione. 
Partite le indagini su quanto accaduto.

La testimonianza: «Mi stava tremando la casa sotto i piedi»

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento