Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Peschiera del Garda / Via Generale Dall'Ora

Ladro incastrato dalle impronte digitali. Era specializzato nei furti in abitazione

È stato arrestato dai carabinieri di Peschiera del Garda, dopo una serie di colpi messi a segno tra Castelnuovo del Garda, Valeggio sul Mincio e Peschiera

L'auto con cui l'arrestato fuggiva

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Peschiera del Garda hanno arrestato un pluripregiudicato di nazionalità albanese. Si tratta dell'autore di una serie di furti in appartamento compiuti lo scorso inverno tra Castelnuovo del Garda, Valeggio sul Mincio e Peschiera, nel corso dei quali sono stati asportati gioielli, computer, orologi e anche autovetture.

Il ladro colpiva generalmente fra le ore 18 e le 20, col buio e prima che i padroni di casa rientrassero per cena. Violava il domicilio forzando porte o finestre con strumenti da scasso, per poi predare qualsiasi bene di valore. Poi fuggiva con una Fiat Punto di colore grigio, dotata di un telepass rubato e utilizzato prima che ne venisse denunciato il furto. L'auto del malvivente era ricercata dai carabinieri di Peschiera che, dopo l’ennesimo furto, sono riusciti a intercettarla e bloccarla dopo un lungo inseguimento, a conclusione del quale gli occupanti sono riusciti a darsi alla fuga nel buio dei campi.

Dal rinvenimento di quell’auto risultata oggetto di furto e dalle impronte digitali trovate nelle abitazioni derubate, grazie alle analisi svolte dai carabinieri della scientifica di Verona, i militari di Peschiera sono giunti a individuare il 21enne albanese in Italia senza fissa dimora, che ieri, 30 settembre, è stato finalmente localizzato e tratto in arresto nell'abitazione del fratello a Sarzana, in Liguria provincia di La Spezia, dove stava scontando gli arresti domiciliari in attesa di giudizio, poiché nello spezzino la scorsa settimana si era reso responsabile di un furto degenerato in rapina, con violenta aggressione al proprietario.

Lo straniero, rinchiuso nel carcere di La Spezia, è stato riconosciuto quale componente di un gruppo criminale composto da altri tre elementi di nazionalità albanese, dediti stabilmente ai reati predatori in tutto il nord Italia. I carabinieri sono tuttora impegnati nella ricerca dei suoi complici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladro incastrato dalle impronte digitali. Era specializzato nei furti in abitazione

VeronaSera è in caricamento