Brucia un appartamento: i carabinieri fermano il presunto piromane in un bar

L'incendio è divampato intorno alle 16.30 in una palazzina via Kennedy a San Pietro di Morubio. Le fiamme non avrebbero intaccato la struttura del condominio, distruggendo solo la camera da letto da cui sono partite

Carabinieri e vigili del fuoco sono intervenuti dopo le 16.30 a causa di un rogo esploso in una palazzina di via Kennedy, 11, a San Pietro Morubio. 
Le fiamme non avrebbero intaccato la struttura del condominio, distruggendo solo la camera da letto da cui sono partite, ma bisognerà attendere la relazione definitiva dei pompieri prima di avere un chiaro bilancio dei danni. 
Nel frattempo i carabinieri hanno fermato un uomo che gironzolava in un bar delle vicinanze: M.F, classe 1959, è un personaggio conosciuto dalle forze dell'ordine per atti di piromania ed è il figlio della proprietaria dell'appartamento andato a fuoco. I militari sospettano che sia stato proprio lui, residente a Cerea ma domiciliato in via Kennedy, ad incendiare la casa della madre e lo hanno quindi fermato in attesa di disposizioni dall'autorità giudiziaria. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il panettone più buono secondo Iginio Massari? Lo produce un pasticciere veronese

  • Incidente mortale a Verona: auto contro un muro, perde la vita un 47enne di Cerea

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • L'auto finisce contro un muro: muore padre di due bambine nell'incidente a Ca' di David

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 13 al 15 settembre 2019

  • Incidente a Sant'Ambrogio di Valpolicella: muore motociclista dopo la caduta

Torna su
VeronaSera è in caricamento