menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nabucco (Foto Ennevi)

Nabucco (Foto Ennevi)

Arena di Verona, il festival lirico dell'anno zero mostra numeri in crescita

Il bilancio della stagione estiva organizzata dopo il commissariamento indica un aumento di pubblico ed incassi. Le opere più apprezzate sono state il Nabucco e l'Aida

Domenica 27 agosto si è conclusa la 95ma edizione del Festival lirico all'Arena di Verona che ha proposto per tutta l'estate 48 serate di spettacolo.

Oggi, 31 agosto, è stato tracciato il bilancio della manifestazione che ha avunto un risposta positiva dal pubblico. Il crescente gradimento ha permesso di registrare un incasso medio di 471.461 euro per un totale di 22.630.135 euro con un aumento degli incassi del 3,05% rispetto al 2016. La media del pubblico in ciascuna serata è stata di 7.934 spettatori, per un totale di 380.823 presenze, pari a un incremento del 2,79% rispetto al 2016.

Il Festival lirico 2017 si è concluso positivamente - ha dichiarato il sovrintendente Giuliano Polo - Gli spettatori sono aumentati così come gli incassi, che hanno superato di circa 700 mila euro quelli dell’anno precedente. Per la Fondazione si trattava dell’anno zero dopo il commissariamento e la chiusura dell'attività per due mesi. Ripartire con la programmazione del Festival a pochi mesi dal suo inizio è stata una sfida che ha fatto emergere molte luci e, ovviamente, qualche ombra. Sicuramente positiva è stata l’esperienza del nuovo allestimento di Nabucco, realizzato dai nostri laboratori dopo due anni di riproposizione di vecchie produzioni, che ha confermato la vitalità dell'Arena. L’opera inaugurale ha avuto un grande successo ed ha fatto molto discutere, rimettendo la Fondazione al centro dell'interesse di esperti, critici e semplici appassionati, come si conviene ad una gloriosa istituzione culturale che ha tutte le potenzialità per ritornare ad essere un centro di riferimento della lirica nel mondo. Di sicuro interesse è stata la presenza di molti artisti lirici di punta, che hanno accettato volentieri di cantare in Arena, nonostante le difficoltà passate e il ritardo con cui è partita la programmazione, risultata necessariamente un po' convulsa. Non tutti gli allestimenti hanno dato i risultati sperati così come il calendario piuttosto compresso ha in parte limitato l'afflusso di pubblico che, come dimostrano le ultime quattro rappresentazioni del Festival, risulta potenzialmente molto elevato. Sono riflessioni che saranno utili per migliorare in occasione del Festival 2018 con l'obiettivo di conferirgli un più ampio respiro, anche di calendario, e la costante presenza dei migliori artisti. Gioca a favore della Fondazione il maggior tempo a disposizione e, soprattutto, una situazione economica che continua a dare segni positivi nell'ottica del risanamento. Ringrazio calorosamente tutti i lavoratori della Fondazione che hanno lavorato con dedizione e senso di responsabilità a questo Festival, spesso in condizioni climatiche estreme.

L'Arena Opera Festival si riconferma così una delle grandi eccellenze culturali a livello internazionale, grazie anche all'attenta macchina organizzativa che ogni estate offre importanti titoli in cartellone e porta in scena ogni sera un'opera diversa, ottenendo un positivo riscontro di pubblico e critica.

Nabucco ha riscosso un grande successo, complici il nuovo allestimento e la popolarità del titolo verdiano, con l'anfiteatro gremito la sera della primae una presenza media di 7.914 persone alle 12 recite, per un totale di 94.968 spettatori. L'incasso medio è stato di 493.348 euro per un totale di quasi 6 milioni di euro. Aida, ha visto per le 8 serate una presenza media di 6.960 persone per un totale di 55.680 spettatori e un incasso totale di 3.399.760 euro, mentre per le 9 date dell’edizione storica Aida ha contato una presenza media di 8.052 persone per un totale di 72.468 spettatori e un incasso di 4.303.467 euro. Seguono quindi Rigoletto, Madama Butterfly e Tosca. Successo conclamato per le serate Roberto Bolle and Friends e Plácido Domingo - Antología de la Zarzuela. Infine, buona la risposta per la serata sinfonica di pura emozione che ha proposto l'ascolto della celeberrima nona sinfonia di Beethoven.

I dati relativi ai canali di vendita confermano il trend che già da alcuni anni dimostra come gli spettatori prediligano sempre di più l’acquisto online rispetto ai canali più tradizionali. In particolare, la percentuale relativa alla nazionalità di chi ha acquistato biglietti tramite il sito web conferma nelle prime 5 posizioni l'Italia, la Germania, la Gran Bretagna, i Paesi Bassi e la Svizzera.

L'Arena di Verona per il Festival 2017 ha contato tra il suo pubblico molti giovani under 30, per un totale di 42.800 biglietti emessi con la tariffa dedicata, soprattutto nelle serate di Aida e di Nabucco.

Infine, tra i prossimi impegni, prima della stagione invernale, si segnalano nel mese di settembre alcune importanti iniziative. Giunge alla dodicesima edizione il suggestivo appuntamento con la lirica in alta quota con l'Arena sul Monte Baldo, che vede protagonista il Coro della Fondazione Arena di Verona diretto da Andrea Cristofolini. Il concerto, organizzato dalla Funivia Malcesine-Monte Baldo in collaborazione con Fondazione Arena, si terrà domenica 24 settembre alle 14 in località Pozza della Stella per un connubio tra arte e natura che richiama, dal 2004, un grandissimo numero di veronesi e appassionati. All’interno della prestigiosa rassegna Il Settembre dell’Accademia, l'Orchestra della Fondazione Arena di Verona è stata invitata ad esibirsi lunedì 25 settembre alle 20.30 al Teatro Filarmonico di Verona nel concerto diretto da Julien Masmondet con il solista Seong-Jin Cho al pianoforte. Venerdì 29 settembre alle 20 il Coro dell’Arena di Verona, sempre diretto da Andrea Cristofolini, sarà impegnato in un concerto all’interno della suggestiva cornice del Castello di Sirmione, dove saranno eseguite musiche di Gounod, Mascagni, Bizet, Verdi, Bellini e Offenbach.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento