menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spacciava nel suo appartamento, in via Polesine. Arrestato dai carabinieri

L'uomo di 38 anni, già durante l'identificazione, ha ammesso di avere dello stupefacente in casa. I carabinieri di Cà di David hanno rinvenuto 37 grammi di cocaina

Gli abitanti del palazzo avevano notato un sospetto via vai di persone all'interno del condominio. E tutte andavano sempre verso la stessa abitazione. Così, partendo da un'informazione confidenziale dei cittadini, i carabinieri hanno dato il via a un servizio di osservazione e controllo di un appartamento in via Polesine, 63, a Verona. Servizio terminato ieri, 17 giugno, con l'arresto di un trentottenne pregiudicato, celibe, nullafacente. I militari della stazione di Cà Di David lo hanno fermato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nei giorni che hanno preceduto l’arresto, i carabinieri hanno potuto effettivamente osservare come tante persone, dopo essere entrate nell'appartamento, dopo pochi miunuti si affrettavano ad uscire dal palazzo. Il controllo da parte dei militari è scattato subito dopo aver notato l'uscita del presunto spacciatore. Già durante le fasi di identificazione, l'uomo, particolarmente nervoso, ha confessato di avere in casa della droga che rivendeva ai suoi acquirenti. Immediata dunque la perquisizione domiciliare, che ha permesso di rinvenire tre involucri in cellophane contenti, in tutto, 37 grammi di cocaina. Oltre allo stupefacente, sono stati rinvenuto oltre tremila euro, ritenuti provento dell'attività di spaccio.

soldi-droga-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento