menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex badante arrestata con l'accusa di estorsione

L'arresto è stato convalidato dal gip Guido Taramelli, che ha disposto per la stessa l'obbligo di firma quotidiano dai carabinieri, in attesa del processo fissato per l'autunno

Una badante nigeriana ha minacciato di denunciare l'anziano che non la voleva assumere per violenza sessuale. La ragazza di 32 anni alla notizia che l’anziano non l’avrebbe assunta, ha deciso di tentare la via dell’estorsione: 5000 euro come corrispettivo per evitare una denuncia di violenza sessuale.

La situazione non è delle più semplici, ma  il settantottenne residente a Grezzana decide di non scoraggiarsi e di andare subito dai carabinieri, denunciando il fatto e sottolineando di aver sempre trattato la donna con la dovuta correttezza e con il dovuto rispetto. Gli indagini immediati dei carabinieri consentono di far luce sulla situazione: esclusa la possibilità che un qualche fatto di violenza o molestie possa essere avvenuto, come confermato dalle precedenti badanti l’anziano non ha mai palesato comportamenti strani o equivoci, limitandosi ad un rapporto di lavoro-amicizia quotidiano con le donne.

I carabinieri hanno perciò arrestato la donna che è stata trovata in possesso dei soldi appena estorti. Per Ogbedie Osas, madre di un figlio di 11 anni, si aprono le porte di Montorio con la pesante accusa di estorsione aggravata. L’arresto è stato convalidato dal gip Guido Taramelli, che ha disposto per la stessa l’obbligo di firma quotidiano dai carabinieri, in attesa del processo fissato per l’autunno.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento