Cronaca San Michele / Via Unità D'Italia

Aggredisce un anziano che non gli dà una sigaretta, poi se la prende con gli agenti

Un 29enne di origini ghanesi ha malmenato un 75enne seduto al tavolino del “Bar Centrale” di via Unità d’Italia per il solo fatto di avergli negato una sigaretta

Un anziano 75enne è stato aggredito e malmenato da un ghanese 29enne per il solo fatto di avergli negato una sigaretta; teatro della vicenda il plateatico del “Bar Centrale” di via Unità d’Italia, dove, alle 21,30 di ieri sera, la malcapitata vittima si trovava seduta al tavolino.
Ad assistere alla scena di violenza alcuni avventori e passanti che, intervenuti in soccorso dell’anziano, sono stati fatti bersaglio di improperi e minacce dall’aggressore ghanese.
Pronto l’intervento dei poliziotti della Volante che giunti sul posto hanno evitato che la sua condotta potesse coinvolgere altre persone presenti. 
Tuttavia, alla richiesta di fornire le proprie generalità, il ghanese ha riservato lo stesso trattamento anche ai poliziotti: dapprima si è rifiutato di declinarle e poi, all’atto di essere accompagnato in Questura per l’identificazione, di tutta risposta ha inveito contro gli agenti nel tentativo si fuggire.
Nonostante la resistenza opposta, l’uomo è stato reso inoffensivo e condotto negli Uffici di Polizia dove, però, ha fatto nuovamente dei poliziotti l'oggetto dei suoi sputi.
L’anziano, per l’acuto e persistente dolore all’orecchio, quale effetto del colpo ricevuto alla testa ed infertogli dal ghanese fino a farlo cadere a terra, è stata subito soccorso e trasportato presso l’Ospedale Civile Maggiore della città e poi dimesso con una prognosi di sette giorni.

Quanto all’aggressore, già gravato da precedenti di Polizia per reati contro la persona ed il patrimonio, alla luce di quanto accaduto, è stato arrestato con l’accusa di Resistenza a Pubblico Ufficiale, delitto per il quale oggi si è tenuta la convalida della misura precautelare col differimento del processo a data da indicarsi, stante la richiesta dei termini a difesa. Nel frattempo, però, il ghanese è stato rispedito in carcere in applicazione della custodia cautelare disposta nei suoi confronti.
Quanto alle lesioni personali e minacce cagionate all’anziano, esse sono oggetto di apposita notizia di reato alla locale Autorità Giudiziaria, per effetto della querela sporta in Questura nei suoi confronti dalla stessa vittima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce un anziano che non gli dà una sigaretta, poi se la prende con gli agenti

VeronaSera è in caricamento