Casa

Come funziona il Bando per rottamare le vecchie stufe in Veneto

Si possono sostituire anche con pompe di calore, domande fino a luglio

Riapre il bando di 4 milioni di euro della Regione Veneto per la sostituzione dei generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa e con potenza a focolare inferiore o uguale a 35 kW.
Tra le novità del 2023 c'è la possibilità di acquistare anche pompe di calore elettriche, sempre della stessa potenza.
L’iniziativa è rivolta ai residenti privati nel territorio regionale con una situazione economica familiare non superiore a 50mila euro. Il contributo regionale è aggiuntivo rispetto all’incentivo assegnato dal GSE quantificato in rapporto alla situazione economica familiare (fattore principale), nonché sulla base delle emissioni di particolato primario generate dal nuovo impianto, permettendo così di ottenere un contributo complessivo che potrà arrivare fino al 100% della spesa ammessa.
La presentazione delle manifestazioni di interesse potrà avvenire dal 16 maggio e al 17 luglio. Per ogni informazione è possibile contattare i numeri 041.0999419 - 414 - 426 o scrivere all'indirizzo mail bando.ambiente@ven.camcom.it. Tutti i dettagli qui

Chi può ottenere il contributo

I privati residenti nel territorio regionale con una situazione economica familiare non superiore a 50mila euro (ISEE ordinario 2023), per calcolare la quota di incentivo si terrà, inoltre, conto delle emissioni di particolato primario generate dal nuovo impianto e nella determinazione della graduatoria un punteggio aggiuntivo sarà previsto a seconda del Comune in cui è realizzato l’intervento, con un coefficiente premiale per quei Comuni che abbiano adottato dal 2020 ordinanze per il miglioramento della qualità dell’aria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come funziona il Bando per rottamare le vecchie stufe in Veneto
VeronaSera è in caricamento