«Basta promesse: il punto di primo intervento di Bovolone deve riaprire»

«Il personale non ha lavoro e viene messo in ferie, mentre gli utenti sono costretti a recarsi al Pronto soccorso di Legnago, con disagi comprensibili fino a un paio di settimane fa», dicono i consiglieri Bigon e Brusco

San Biagio di Bovolone - Immagine di repertorio

«Perché il punto di primo intervento di Bovolone è ancora chiuso? L’assessore Lanzarin e il direttore generale dell’Ulss 9 Girardi avevano assicurato che finita l’emergenza sanitaria tutto sarebbe tornato come prima: basta promesse a vuoto, deve riaprire». È quanto chiedono i consiglieri Anna Maria Bigon (PD) e Manuel Brusco (M5S), rivolgendosi alla Giunta del Veneto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Tutto tace, le nostre interrogazioni e mozioni sono rimaste senza risposta, così come le voci che paventano una chiusura definitiva non sono state smentite. Il punto di primo intervento è chiuso da ormai due mesi: il personale non ha lavoro e viene messo in ferie, mentre gli utenti sono costretti a recarsi al Pronto soccorso di Legnago, con disagi comprensibili fino a un paio di settimane fa, non adesso visto che Zaia ogni giorno parla della necessità di aprire tutto e subito. Bovolone - ricordano i due consiglieri - serve un bacino importante ed ha 15mila accessi l’anno, stiamo parlando di un presidio assolutamente necessario. Regione e Ulss 9 rispettino le promesse, non prendano in giro i cittadini!».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Quanta acqua devo bere al giorno? Ecco quello che non sapevi

  • Usa foto di un 15enne morto per adescare 13enne. Scoperto da Le Iene

  • Neonato abbandonato a notte fonda sul ciglio della strada a Verona

  • Sono due trentenni in grave difficoltà economica i genitori del bimbo abbandonato a Verona

  • Un morto ed un ferito per un incidente motociclistico a Caprino Veronese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento