menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Project sull'Arsenale, Italiana Costruzioni fa ricorso al Consiglio di Stato

Il Tar aveva dato ragione al Comune di Verona sulla revoca della dichiarazione di pubblico interesse riguardante il progetto di finanza

È datata 16 febbraio la sentenza del Tar del Veneto con cui è stato respinto il ricorso di Italiana Costruzioni sul project financing per l'Arsenale. La nuova amministrazione del sindaco Federico Sboarina aveva infatti revocato la dichiarazione di interesse pubblico del progetto di finanza. Italiana Costruzione fece ricorso al tribunale amministrativo regionale che si pronunciò a favore del Comune. La battaglia legale, però, non è finita, perché Italiana Costruzioni ha deciso di appellarsi al Consiglio di Stato, presentando un ricorso di circa 40 pagine. Una mossa commentata dal consigliere comunale di minoranza Michele Bertucco, il quale è sempre stato schierato contro il project financing sull'Arsenale.

Il contenuto del ricorso di Italiana Costruzioni è assai più articolato del precedente e anche particolarmente aggressivo nei toni - scrive Bertucco - Si addita, ad esempio, la sentenza di primo grado laddove, secondo l'interpretazione fornita dai legali di Italiana Costruzioni, "ritiene l'amministrazione totalmente irresponsabile a fronte della decisione, sostanzialmente solo politica, di revocare la dichiarazione di fattibilità del progetto, e conseguentemente, non dare corso alla procedura di gara per il suo affidamento". Un po' come accaduto per il project del Traforo delle Torricelle, l'intera impalcatura del ricorso si regge sugli atti della precedente amministrazione la quale aveva affermato che il Comune non sarebbe mai stato in grado di reggere il recupero dell'Arsenale con le sue sole forze. Al di là degli aspetti legali che toccherà ai legali del Comune dipanare, le successive azioni intraprese per il risanamento del bene, hanno chiaramente smentito queste premesse del tutto politiche e del tutto strumentali. Siamo di fronte all'ennesima impresa sedotta e poi nei fatti tradita dalle promesse delle amministrazioni Tosi che per approvare questo project aveva calpestato la volontà dei cittadini e le prerogative del Consiglio forzando tutti i passaggi della procedura amministrativa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento