menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavori in città e provincia: riapre l'uscita Bricoman sulla tangenziale sud

Lo svincolo era rimasto chiuso per 10. A Sommacampagna intanto è partito l'iter per la realizzazione di una rotonda sulla Sp 26, in via Dossobuono, dopo l'ok al progetto arrivato dalla Provincia

A partire dalle ore 8.30 di sabato 16 febbraio sarà riaperta al traffico l’uscita della tangenziale sud, all’altezza di Bricoman. Lo svincolo era rimasto chiuso 10 giorni per consentire ai tecnici di Acque Veronesi la realizzazione dei lavori di posa di un impianto di sollevamento reflui e di un tratto di nuova rete fognaria in via Mezzacampagna.
Sempre nella giornata di sabato saranno vietati il transito e la sosta alle autovetture in via Cava Bradisa a Quinzano. I divieti si rendono necessari per la realizzazione di un intervento di riparazione di una condotta danneggiata.
Dalle ore 9 alle 18 di domani sarà infine instituito il divieto di transito ai mezzi pubblici nella corsia preferenziale di via XX Settembre, in direzione da Porta Vescovo a Ponte Navi. Nelle stesse ore è in programma un intervento di manutenzione di Acque Veronesi. Gli uffici ATV e AMT, già informati, predisporranno percorsi alternativi per i loro mezzi.

Nel frattempo, giovedì mattina, la giunta comunale di Sommacampagna ha approvato il progetto definitivo per la realizzazione della rotatoria su via Dossobuono, all'intersezione tra la Sp 26 "Morenica" (via Circonvallazione Europa).
Nella giornata del 14 febbraio la Provincia, proprietaria della circonvallazione, ha comunicato l’ok di approvazione del progetto, e l’ufficio lavori pubblici ha predisposto la delibera affinché la giunta comunale potesse dare il via alla predisposizione dei lavori.
L’intervento prevede sostanzialmente la realizzazione di una rotatoria di idonee dimensioni tali da garantire un buon livello di visibilità e di percezione dell’intersezione, oltre a regolare le manovre ed a migliorare i raggi di svolta.
Tale sistemazione a rotatoria risulta essere la migliore soluzione in grado di assolvere agli obiettivi di aumentare la sicurezza, moderare la velocità sui rettilinei (in particolare sulla strada provinciale), ridurre le cause di incidentalità, migliorare la percezione dell’incrocio e la fluidità della circolazione a velocità moderata, assicurando comunque il transito agevole ai mezzi pesanti.
Per la corretta costruzione geometrica (che garantisce la massima efficienza in termini di circolazione veicolare) è inoltre necessario l’allargamento della sezione stradale nei tratti di entrata e uscita in rotatoria, di tutti e quattro i tronchi interessati. 
L’iter prevede ora la procedura per gli espropri o accordi con i proprietari dei terreni limitrofi e la gara per l’affidamento dei lavori.
Commenta così l’assessore ai Lavori Pubblici Fabrizio Bertolaso: «Si tratta di un grande risultato per i cittadini tutti, che finalmente potranno percorrere in maggior sicurezza questo tratto di strada, al momento altamente pericoloso. I tempi tecnici, necessari per legge, consentiranno l'inizio dei lavori presumibilmente per l'estate 2019».

20190213_175151-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Non siete soli: lettera canzone dedicata agli studenti

  • social

    La Storia di Verona: da oggi in libreria e in edicola

  • Benessere

    Melograno: antiossidante e brucia grassi, ma non solo

  • social

    4 Maggio Star Wars Day

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento