Superato stato di criticità per l'incendio di Brendola, si torna ad irrigare

L'attività irrigua del Consorzio Leb (Lessinio Euganeo Berico), in via precauzionale, era stata parzialmente sospesa per verificare lo stato di salute delle acque superficiali nei canali interessati dall'inquinamento

Canale Adige Guà (Foto Facebook - Consorzio Leb)

È stata disposta ieri, 5 luglio, da parte delle autorità competenti la riapertura dell'attività irrigua del Consorzio Leb (Lessinio Euganeo Berico). In via precauzionale, l'attività era stata parzialmente sospesa nei giorni scorsi nell'area della Bassa Veronese, Padovana e Vicentina, per verificare lo stato di salute delle acque superficiali nei canali interessati dagli sversamenti delle sostanze inquinanti, in seguito all'incendio alla Isello Vernici di Brendola.

Superato lo stato di criticità, le aziende agricole potranno ora beneficiare nuovamente del servizio irriguo nelle portate massime concesse dalle autorità competenti, più che mai necessario dato lo stato delle culture e le difficile condizioni climatiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • Il Veneto dal 16 gennaio è la Regione più a rischio zona rossa con il prossimo Dpcm

  • La zona arancione che in Veneto durerà almeno fino al 15 gennaio spiegata semplice

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

  • Variante inglese, Crisanti: «Se c'è, allora strade d'accesso al Veneto bloccate e lockdown»

Torna su
VeronaSera è in caricamento