rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Attualità Lazise

Maxi esercitazione della Protezione civile sul Garda: 150 volontari a Lazise

Dall'11 al 13 ottobre saranno ospitati in una struttura temporanea e impegnati in diversi scenari di eventi atmosferici avversi e di assistenza e soccorso in ambiente acquatico

Da venerdì a domenica, dall'11 al 13 ottobre, il Comune di Lazise ospiterà, fornendone il patrocinio e le necessarie strutture logistiche, un’importante esercitazione di protezione civile che prevederà l’impiego di circa 150 volontari impegnati in diversi scenari di eventi atmosferici avversi e di assistenza e soccorso in ambiente acquatico: tra le quali la ricerca di un velista disperso, la ricerca ed il recupero in corrente di un soggetto in difficoltà, ricerca e recupero di imbarcazioni in avaria. Situazioni non infrequenti sul Lago di Garda stante ormai i non occasionali fortunali che si abbattono anche e soprattutto durante la stagione estiva.
L’esercitazione è stata promossa dalla Fipsas (federazione italiana pesca sportiva e attività subacquee) per mezzo del Club Subacqueo Scaligero, associazione che svolge, tra l’altro, attività di protezione civile in convenzione con il Comune di Lazise. 

I volontari saranno ospitati in una struttura temporanea allestita già da venerdì presso le palestre cittadine e poco distante verrà organizzata una cucina da campo funzionante per le tre giornate.

L’esercitazione ha ottenuto il riconoscimento dal dipartimento nazionale di protezione civile con l’inserimento nella “settimana nazionale di protezione Civile”, nonché dall’analoga struttura regionale che ha attivato le varie associazioni che svolgono e sono convenzionate per dette attività.

«La Polizia Locale a completo organigramma sarà coinvolta come da piano di protezione civile con il compito di gestire la sicurezza delle attività svolte all’interno del paese - ha detto Massimiliano Gianfriddo, responsabile a Lazise del Corpo Polizia Locale e Protezione civile -. In comune verrà attivato il Centro Operativo e l’Unità di Crisi Locale coordinati da me: verranno testate le infrastrutture radio e gli scambi delle comunicazioni con Capitaneria, Prefettura e Carabinieri, le modalità di attivazione delle squadre di protezione civile e la capacità dell’unità di crisi locale di adottare i provvedimenti necessari per la risoluzione dell’emergenza. Ci aspettiamo importanti risposte a verifica della pianificazione ad oggi effettuata».

Anna Rossi, consigliera comunale con delega alla Polizia locale, demanio e protezione civile, ha concluso: «Sono molto soddisfatta che sia stata scelta Lazise per questa esercitazione. Come amministrazione investiremo anche nei prossimi anni in prevenzione e sicurezza del territorio con la ormai prossima presentazione del nuovo piano di protezione civile comunale che testeremo proprio nei prossimi giorni prima dell’adozione finale e facendosi promotori di iniziative analoghe anche con la partecipazione della popolazione». 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi esercitazione della Protezione civile sul Garda: 150 volontari a Lazise

VeronaSera è in caricamento