Alpini di Ana Verona al voto per eleggere presidente e consiglio direttivo

Teatro per le votazioni, sabato 27 giugno, sarà il Palazzetto dello Sport, contenitore abbastanza capiente da garantire lo svolgimento delle operazioni nel rispetto delle regole del distanziamento fisico

(Foto di repertorio)

Gli alpini veronesi sono chiamati al voto. Allentato l'enorme lavoro che le penne nere hanno svolto per la comunità durante l'emergenza coronavirus, ora la sezione veronese dell'Ana (Associazione nazionale alpini) si prepara alla triennale turnata elettorale per eleggere presidente e consiglio direttivo. Teatro per le votazioni, sabato 27 giugno, sarà il Palazzetto dello Sport, contenitore abbastanza capiente da garantire lo svolgimento delle operazioni nel rispetto delle regole del distanziamento fisico.
Si voterà al mattino e l'invito degli organizzatori è di sfruttare al massimo il meccanismo delle deleghe che permette a ciascuno dei circa mille aventi diritto al voto di esprimere la preferenza per conto di massimo altre due persone. «L'obiettivo è di far convergere al palazzetto il minor numero di persone, garantendo al tempo stesso lo svolgimento delle votazioni nel pieno del rispetto delle regole del nostro statuto», ha spiegato il presidente Luciano Bertagnoli.

Sabato, dunque, sono attese al palazzetto dalle prime ore della mattina circa trecento persone. Dopo l'apertura dei seggi, ciascun gruppo sarà chiamato a votare presidente e rappresentanti del direttivo in differenti segmenti della struttura sportiva. Le operazioni sono state pianificate in ogni minimo dettaglio: all'ingresso ci sarà un servizio di vigilanza per il controllo della temperatura e dell'osservanza delle norme anti-Covid. Lo spoglio delle schede del presidente sarà eseguito subito e la proclamazione è prevista intorno alle 12.30.

I candidati alla guida della sezione veronese sono due: il presidente in carica Luciano Bertagnoli e Claudio Rondano.

alpini elezione-2
(Consiglio provinciale Ana Verona)

Le modalità di voto sono state elencate nella baita degli alpini di San Giovanni Lupatoto, durante il consiglio provinciale della sezione di Verona, il primo dall'inizio dell’emergenza coronavirus. Alla riunione ha partecipato anche Davide Fasoli, dirigente dell'Azienda ospedaliera universitaria integrata di Verona che ha ringraziato gli alpini veronesi anche a nome del direttore sanitario Francesco Cobello.
Oltre allo spiegamento di forze sul campo per operazioni di protezione civile e di sostegno alla comunità, l'Ana Verona ha acquistato e donato sette ventilatori polmonari agli ospedali di Borgo Trento, Borgo Roma, Legnago e Negrar. «Si tratta di strumenti che sono stati vitali in emergenza ma che continuano ad essere essenziali anche nella routine dei nostri ospedali. Sono macchinari prodotti da una delle tre migliori ditte al mondo che ora possono essere impiegati in cardio e neurochirurgia, terapia intensiva e anche fuori dalla sala operatoria, reparto trapianti: permettono una ventilazione invasiva e non invasiva, la regolazione della percentuale di ossigeno, possono essere trasportanti avendo un’autonomia di circa due ore e sono anche pediatrici», ha spiegato Fasoli.

La campagna straordinaria che l'Ana Verona ha attivato durante l'emergenza sanitaria rimane attiva e l'auspicio è che le donazioni non si fermino. «Il dispiego di forze e risorse durante i difficili mesi scorsi è stato enorme - ha commentato Bertagnoli - I ventilatori sono stati per noi un impegno molto importante, che supera abbondantemente i 100mila euro. E dobbiamo ancora rientrare di alcune spese sostenute, dunque la raccolta prosegue con fiducia».
Chi volesse aiutare Ana Verona può farlo inviando una donazione con causale «sostegno emergenza coronavirus - Ana Verona» all'Iban IT16 V084 1677 4800 0000 0300 204. Oppure attraverso la campagna lanciata su Gofundme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Giovane veronese muore in un incidente il giorno del compleanno al rientro dal lavoro

Torna su
VeronaSera è in caricamento