Mercoledì, 16 Giugno 2021
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Riaprono gli stabilimenti balneari: tutti in spiaggia con 12 metri quadrati per ciascun ombrellone

L'assessore regionale al turismo del Veneto Federico Caner felice per l'eliminazione della quarantena obbligatoria da chi proviene da Paesi Ue e area Schengen, ricorda inoltre l'avvio della stagione turistica nelle località balneari del Veneto che potranno riaprire da sabato 15 maggio

Spiaggia, Jesolo

«Ora possiamo davvero cominciare a parlare di una ripartenza del turismo. Dal governo oggi è arrivato un segnale importante, frutto anche della presenza e del lavoro di un ministro dedicato e con portafoglio come Massimo Garavaglia». Questo il commento dell'assessore regionale al turismo del Veneto Federico Caner all'annuncio della firma della nuova ordinanza del ministro della Salute per effetto della quale, dal 16 maggio, verranno introdotte alcune novità. La sperimentazione dei voli Covid tested verrà estesa all'aeroporto di Venezia e l'ingresso in Italia dai Paesi dell'Unione europea, dalla Gran Bretagna e da Israele sarà possibile senza osservare il periodo di quarantena, semplicemente esibendo un tampone che attesti la negatività al virus.

«Si tratta di una notizia molto importante per il Veneto che con oltre 71 milioni di presenze è una delle mete più ambite dai turisti europei. In modo particolare – sottolinea Caner – la possibilità di effettuare i voli covid-tested rappresenta una boccata d'ossigeno tanto per il settore leisure che per il settore business». Una notizia che arriva alla vigilia di un'altra apertura importante per il settore turistico. Da domani infatti su tutta la costa veneta ripartirà l'attività degli stabilimenti balneari: «Una data per la quale il Veneto si è fatto trovare pronto con l'ordinanza, emanata dal Presidente del Veneto Luca Zaia, che recepisce le linee guida emanate dalla Conferenza delle Regioni, e che prevede regole specifiche per la sicurezza in vigore fino al 30 settembre. In queste settimane ho visto un gran lavoro da parte degli operatori proprio per farsi trovare pronti a questo appuntamento. Faccio loro un grande in bocca al lupo e un augurio di buon lavoro per questo avvio di stagione», ha concluso l'Ass. Federico Caner. 

Per quanto riguarda le regole previste negli stabilimenti balneari che potranno tornare ad accoglieri i turisti da domani, sabato 15 maggio, l'ordinanza firmata dal governatore Zaia recita come segue: «Al fine di garantire il corretto distanziamento sociale ed interpersonale, dovrà essere perseguito il maggiore distanziamento possibile tra gli ombrelloni posizionati sulla spiaggia e comunque nel rispetto del limite minimo di distanza tra ombrelloni della stessa fila e tra file che garantisca una superficie minima ad ombrellone di metri quadrati 12 a paletto. In caso di utilizzo di altri sistemi di ombreggio andranno comunque garantite aree di distanziamento equivalenti a quelle garantite dal posizionamento degli ombrelloni».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riaprono gli stabilimenti balneari: tutti in spiaggia con 12 metri quadrati per ciascun ombrellone

VeronaSera è in caricamento