rotate-mobile
Sport Borgo Venezia / Via Montorio

La buona volontà non basta alla Virtus Verona, sconfitta dalla Giana Erminio

I lombardi hanno espugnato il Gavagnin-Nocini per 3-0 con merito, grazie ai gol di Dalla Bona su punizione e di Chiarello su rigore nel primo tempo e il sigillo di Piccoli nella ripresa

Dopo la vittoria conquistata nel turno infrasettimanale, la Virtus Verona incassa la sesta sconfitta in otto gare di Serie C. I veronesi ora sono rimasti soli al terzultimo posto in classifica con sei punti, dopo il pareggio tra Fano e Sambenedettese e i tre punti guadagnati dalla Giana Erminio proprio ieri al Gavagnin-Nocini di Borgo Venezia.

Non è stata una prestazione memorabile, quella fornita ieri dalla Virtus Verona. I lombardi della Giana Erminio hanno vinto per 3-0 con merito, grazie ai gol di Dalla Bona su punizione e di Chiarello su rigore nel primo tempo e il sigillo di Piccoli nella ripresa. I rossoblu locali, nonostante lo shock del doppio svantaggio nel giro di un minuto, hanno provato a riaprire la gara nella parte finale del primo tempo, ma hanno trovato una difesa avversaria solida e un portiere, Leoni, capace di disinnescare ogni tentativo scaligero. Il conto dei calci d'angolo totali, 6-0 per la Virtus, racchiude il senso di una partita non bellissima dei veronesi, i quali però hanno tentato in più di un'occasione di segnare, soprattutto con Ferrara e nel secondo tempo anche con Momenté.

Domenica prossima, 28 ottobre, la Virtus se la vedrà con il Vicenza terzo in classifica e reduce dalla prima sconfitta in campionato in casa della Fermana. I vicentini poi avranno anche una partita di Coppa Italia tra due giorni e quindi avranno meno tempo per preparare la sfida di campionato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La buona volontà non basta alla Virtus Verona, sconfitta dalla Giana Erminio

VeronaSera è in caricamento