Il rammarico di Juric e Setti: «Con la Juventus e il Milan due sconfitte immeritate»

«Avremmo meritato almeno, e dico almeno, il pareggio sia oggi che contro il Milan», ha dichiarato dopo la gara di Torino il mister gialloblu

 

Una sconfitta che lascia l'amaro in bocca ai gialloblu, quella patita contro la Juventus per 2 a 1 in trasferta. Non ha dubbi in merito il tecnico dell'Hellas Iva Juric che ha più volte sottolineato, nelle interviste dopo la gara, come la sua squadra abbia affrontato a testa alta e «alla pari» i campioni in carica bianconeri.

Dopo quella subita contro il Milan, arriva dunque un'altra sconfitta indigesta per un Verona battagliero che, per quanto riguarda le prestazioni, avrebbe sicuramente meritato di raccogliere almeno un punto in entrambe le circostanze: «Noi volevamo fare una partita come questa, - ha spiegato Juric - sapendo che non potevamo difenderci bassi perché altrimenti prima o poi avremmo preso il gol. Siamo riusciti in quasi tutto quello che avevamo preparato e penso che la sconfitta di oggi sia immeritata: la squadra ha creato più della Juventus e ha dominato la gara per lunghi tratti».

«Avremmo meritato almeno, e dico almeno, il pareggio sia oggi che contro il Milan. - ha quindi concluso la sua disamina il tecnico gialloblu - Abbiamo preso tanti pali e so che i miei giocatori, oltre a molte cose buone, hanno anche commesso qualche ingenuità. Dobbiamo lavorare su questo. Le prestazioni però sono state ottime: solo a lungo andare capiremo se manca più concretezza».

Anche il presidente dell'Hellas Maurizio Setti ha commenta con toni rammaricati la prestazione della squadra di mister Ivan Juric all’Allianz Stadium di Torino: «Questa squadra mi emoziona: perché non ha solo spirito e carattere ma gioca anche un bel calcio. E riuscirci qui, all’Allianz Stadium, contro la Juve, non è facile. I risultati delle ultime due partite non ci premiano. Ma non dobbiamo scoraggiarci».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento