menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Hellas, Setti spinge i tifosi a Chiavari ma rischia di saltare la trasferta di Cesena

Il presidente in conferenza stampa ha chiesto ai tifosi di sostenere la squadra contro la Virtus Entella e l'Osservatorio Nazionale per le Manifestazioni Sportive prova invece a "stopparli" in vista dell'ultima di campionato

Il presidente Maurizio Setti invita i tifosi a seguire la squadra a Chiavari, mentre l'Osservatorio Nazionale per le Manifestazioni Sportive, dopo la "squalifica" per turno della Curva Sud, prova a bloccare la trasferta di Cesena dell'ultima giornata. 
Sono momenti di grande agitazione in casa Hellas Verona, vittorioso lunedì nel derby con il Vicenza e coinvolto suo malgrado in alcune sanzioni disciplinari. 
Stando a quanto affermato dalla Lega di Serie B, nella sfida contro i biancorossi alcuni sostenitori scaligeri avrebbero intonato dei cori razzisiti, che però non sarebbero stati uditi da nessuno se no dagli uomini della lega. Situazione che naturalmente non ha fatto affatto piacere a Setti, che si è così espresso: 

Prima di tutto voglio ringraziare i nostri tifosi. La partita contro il Vicenza è stata un esempio degno di grande stima e fiducia, nella quale abbiamo dimostrato ancora una volta quanto sia significativo questo pubblico. Volevo richiamare l'attenzione sul fatto che faremo tutto il possibile per quanto riguarda la decisione di chiudere la Curva Sud nella gara contro il Carpi, perché è una cosa ingiusta. Lottiamo da tempo, abbiamo fatto molte volte il nostro dovere negli uffici competenti. Dei 63 giornalisti accreditati, nessuno ha sentito niente. Così tra le Forze dell'Ordine e tra i miei collaboratori, compreso Luca Toni. E' una di quelle situazioni difficili da capire, ci piacerebbe ci fosse, in questo finale di campionato, un comportamento a 360° il più corretto possibile. Ora andiamo a Chiavari, che definirei una partita chiave. Voglio chiedere ai nostri tifosi di venire in massa, di riempire lo stadio, di dare l'opportunità a questi ragazzi di sentire il loro calore. Ci stiamo giocando tutti tanto, la società sta valutando qualche riconoscimento per tutti i tifosi che vorranno seguirci a Chiavari. Nelle prossime ore comunicheremo queste iniziative, ma il mio appello è: tutti, in massa, allo stadio di Chiavari. A questo punto non ci si nasconde più, puntiamo ad andare in Serie A, puntiamo ad andarci direttamente. E chiediamo questo ulteriore sacrificio ai nostri tifosi, che già fanno tantissimo. Chiedo alla stampa di sostenerci, di dare la carica a questa squadra giovane e forte. Tutto può aiutare. Ci stiamo comportando bene, ci stiamo adoperando in modo che tutte le nostre forze siano indirizzate verso l'obiettivo. Ci auguriamo che sia da parte degli enti preposti alla gestione delle gare un comportamento professionalmente perfetto perché, in questo momento, tutti hanno qualcosa da giocarsi di importante. 

In molti nell'ambiente gialloblu non hanno potuto non notare come invece nessun provvedimento sia stato preso a Cagliari, dove il fatto è venuto alla ribalta delle cronache e all'orecchio di Sulley Muntari che, indignato, ha preferito abbandonare il terreno di gioco dopo che il direttore di gara non ha accolto le sue richieste di far passare l'annuncio d'avviso di possibili provvedimenti ai tifosi. 
Una squalifica ritenuta ingiustificata quindi dai tifosi scaligeri e anche dalla società, alla luce anche del fatto che a creare i maggiori disordini nel pomeriggio del primo maggio sarebbero stati i sostenitori ospiti, con un lancio di oggetti verso il pullman che trasportava Pecchia e i suoi giocatori. 

Ma si sa che spesso piove sul bagnato. Così l'Osservatorio Nazionale per le Manifestazioni Sportive ha deciso di invitare "la Lega di Serie B di dare comunicazione alla società Associazione Calcio Cesena di non avviare ovvero sospendere la vendita dei tagliandi ai residenti nella Regione Veneto, con contestuale, momentanea sospensione del programma di fidelizzazione del Verona Hellas F.C.".
La decisione definitiva dovrebbe arrivare la prossima settimana, ma a prescindere da quale sarà probabilmente se ne discutrà anche al termine della stagione regolare. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento