Dove partorire in Veneto? Ospedale di Borgo Trento secondo in classifica

Un'indagine sugli ospedali italiani più performanti per numero di parti pone la struttura dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona al 14esimo posto a livello nazionale

(Foto di repertorio)

Il portale di public reporting delle strutture sanitarie italiane Doveecomemicuro.it ha realizzato un'indagine sugli ospedali italiani più performanti per numero di parti, basandosi sugli ultimi dati disponibili e relativi al 2017. Secondo questa indagine, infatti, l'alto volume di attività dei reparti si traduce in maggiori garanzie di sicurezza per le mamme e per i bambini.

In Veneto, le strutture pubbliche o private accreditate che effettuano parti sono 36. Il 33,3% rispetta il valore di riferimento fissato a 1.000 parti mentre il 25% non rispetta il valore minimo di 500 nascite l'anno. «Per garantire una maggiore sicurezza, questi centri andrebbero accorpati o riconvertiti, ad esempio in ambulatori. Un discorso a parte va fatto per gli ospedali situati nelle valli o in montagna, località difficili da raggiungere, in cui dei punti nascita devono necessariamente esserci anche se i loro volumi di attività non sono in linea con gli standard», ha spiegato Grace Rabacchi, direttore sanitario dell'ospedale Sant'Anna di Torino, presidio che si è riconfermato al primo posto in Italia per numero di bambini nati
 A livello nazionale, l'azienda ospedaliera di Padova (3.076 parti nel 2017) è al 12esimo posto in Italia per volume di nascite (nel 2016 era all'11esimo con 3.115 parti). L'ospedale di Borgo Trento a Verona (3.017 parti nel 2017) è al secondo posto in Veneto e al 14esimo nella classifica nazionale. Oltre a queste due strutture, anche l'ospedale San Bortolo di Vicenza, l'ospedale Ca' Foncello di Treviso e l'ospedale dell'Angelo di Venezia rispettano la soglia per quanto riguarda la percentuale di tagli cesarei primari, che devono mantenersi inferiori o uguali al 25%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

Torna su
VeronaSera è in caricamento