Verso il ballottaggio. Bisinella: "Aperti a chi si vuole unire al nostro progetto"

Il suo sfidante non parla di apparentamenti, ma intanto incontra i rappresentati delle liste che non hanno raggiunto il ballottaggio. Mentre il PD deve ancora decidere se sostenere apertamente la candidata tosiana

Patrizia Bisinella (foto di repertorio)

Con un messaggio scritto sulla sua pagina Facebook questa mattina, 15 giugno, la candidata sindaco tosiana Patrizia Bisinella ha ufficialmente terminato il breve periodo di festeggiamenti per il ballottaggio raggiunto e dato il via alla sua campagna elettorale in vista del voto del 25 giugno, quando i veronesi dovranno scegliere tra lei e Federico Sboarina.

"Con il ballottaggio tutti i cittadini sono chiamati a scegliere la persona ed il progetto in cui ripongono maggior fiducia per la nostra amata città - ha scritto Bisinella - Non vogliamo che il nostro territorio subisca le scelte di partiti lontani e soprattutto non lasceremo Verona in mano a posizioni estremiste come quelle di Salvini. Noi crediamo invece in un progetto civico aperto a tutte quelle realtà che vorranno unirsi per disegnare insieme il futuro di Verona. Alcuni fanno appelli per mandarVi al mare, noi pensiamo invece che tutti abbiano il diritto/dovere di decidere fra un progetto inclusivo civico del territorio ed uno deciso fra Roma e Milano. Chiedo ad ognuno di Voi di aiutarci per diventare parte di questo nuovo progetto".

Parole quindi di apertura, magari rivolte al Partito Democratico che domani, 16 giugno, deciderà se sostenere o meno la candidata tosiana, dopo essersi leccato le ferite. Poche sembrano le strade percorribili dal PD: non chiedere direttamente di votare Bisinella, ma contrastarle almeno l'avversario, oppure sostenere apertamente la candidata tosiana, chiedendo come si dice in questi casi, di votarla tappandosi il naso. Quest'ultima sarebbe la strada più impervia, soprattutto dopo 10 anni di opposizione a Tosi. Però chi sostiene questa linea tende a sottolineare il sostegno di Tosi dato al referendum per la riforma costituzionale voluta dal PD.

Lo sfidante Federico Sboarina a parole dice: "Nessun apparentamento", però intanto si è incontrato con diversi rappresentati delle liste che non hanno raggiunto il ballottaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Boato nella notte a Verona: bancomat assaltato e ladri in fuga col denaro

  • Scomparso da Sant'Ambrogio di Valpolicella, 18enne ritrovato a Portici

  • Controlli notturni dei carabinieri di Legnago e San Bonifacio per contrastare i furti in casa

Torna su
VeronaSera è in caricamento