Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cultura Centro storico / Cortile Del Mercato Vecchio, 10

Il direttore degli Uffizi Schmidt in visita privata alla Gam Achille Forti di Verona

Un'occasione di interscambio di idee per valutare la possibilità di operare in sinergia su nuove iniziative da parte dei musei scaligeri e di Firenze

Verona e Firenze unite da Dante e dall'arte. Il direttore delle Gallerie degli Uffizi di Firenze Eike Dieter Schmidt è venuto in visita privata alla Galleria d'Arte Moderna Achille Forti di Verona. Lo storico dell’arte tedesco, dal novembre 2015 direttore degli Uffizi di Firenze con un secondo mandato rinnovato per quattro anni nel 2019, ha visitato la mostra "Tra Dante e Shakespeare. Il mito di Verona", una delle molteplici iniziative legate all'anniversario dei 700 anni dalla morte di Dante visibile fino al 3 ottobre 2021.
Schmidt ha potuto ammirare le oltre 100 opere tra dipinti, sculture, realizzazioni artistiche su carta, tessuti e testimonianze materiali dell'epoca scaligera, codici manoscritti, incunaboli e volumi a stampa in originale e in formato digitale provenienti dalle collezioni civiche, dalle biblioteche cittadine, da biblioteche e musei italiani ed esteri. Tra queste i tre disegni di Botticelli, prestigioso prestito del Kupferstichkabinett di Berlino. In particolare, "Dante e Beatrice. Paradiso II", scelto come immagine coordinata della mostra diffusa, che sviluppa graficamente il tema dell’itinerario dantesco nel Paradiso e lo traduce nel cammino del Poeta, guidato da Beatrice, lungo le strade di Verona, alla scoperta dei luoghi legati alla sua memoria.

Non solo condivisione di progetti su Dante, che hanno legato Verona, Firenze e Ravenna nelle attività del Comitato Nazionale per la celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, ma il fine settimana di Schmidt in riva all'Adige è anche un'occasione di interscambio di idee, scelte di linee guida da seguire, così come valutare la possibilità di operare in sinergia su nuove iniziative da parte dei musei delle due città.

VISITA_SCHMIDT_Gam_Verona-2

L'ospite, arrivato a Verona con la moglie Roberta Bartoli, anch'essa esperta d’arte ed entrambi accompagnati dalla dottoressa Maria Luisa Viviani, sono stati ricevuti dall'assessore alla cultura Francesca Briani e dalla direttrice dei Musei Civici di Verona Francesca Rossi.
«Eike Schmidt era già stato precedentemente a Verona per visitare Castelvecchio e altri musei, ma mai alla Gam - ha ricordato Briani - Ha molto apprezzato la mostra su Dante, che ci lega a Firenze, ed è rimasto colpito dai codici trecenteschi che esponiamo. La sua visita è un’ottima occasione di scambio e di relazioni, che si intensificheranno anche in vista della mostra su Caroto che i Musei Civici stanno preparando per la prossima primavera e per la quale gli Uffizi sono prestatori. È una persona molto preparata e colta, un onore per noi riceverlo con l’augurio di poter fare altri progetti futuri insieme».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il direttore degli Uffizi Schmidt in visita privata alla Gam Achille Forti di Verona

VeronaSera è in caricamento