menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le Ville Venete aprono le porte ai turisti di tutto il mondo

Da oggi questo patrimonio si propone in forma organizzata come meta turistica agli ospiti di tutti i continenti, per la visitazione culturale e paesaggistica, per il soggiorno, per la ristorazione

Sono la Venezia di terraferma, le 3477 Ville Venete sparse in tutto il territorio dal Garda all'Isonzo, testimoni di una Repubblica che è stata la più longeva dell'umanità e che, nel corso della sua storia, ha allargato i suoi interessi economici e civili dal mare all'entroterra e lo ha fatto con lo splendore della cultura e della ricchezza allora ai più alti livelli del mondo occidentale.

LA PROPOSTA - Da oggi questo patrimonio si propone in forma organizzata come meta turistica agli ospiti di tutti i continenti, per la visitazione culturale e paesaggistica, per il soggiorno, per la ristorazione e come scrigno delle eccellenze produttive locali. La proposta turistica delle Ville Venete è stata presentata stamani alla stampa al Boscolo Palace di Roma dalla Regione del Veneto, rappresentata dall'assessore al turismo e alla promozione Marino Finozzi, assieme ai presidenti delle associazioni dei proprietari di Ville Guido Alberto Passi e Giulio Bellemo, nel corso di un incontro coordinato dal giornalista Saverio Cicala. Il sistema delle Ville Venete aperte al pubblico diventa dunque da oggi una nuova metà dell'offerta turistica del Veneto, regione che ha il primato assoluto dell'ospitalità nazionale, con oltre 63 milioni di presenze, delle quali il 65 per cento generate da turisti stranieri.

"La Regione – ha ricordato  Passi – ha sposato le ragioni delle Ville, offrendo loro anche un'occasione per recuperare un ruolo produttivo ed economico, sia pure in forma diversa da quello originario, in un momento in cui lo Stato è costretto a tagliare i finanziamenti per i beni culturali e anzi grava questi edifici di tasse che sfiorano livelli assurdi. Nello stesso tempo, si propone un circuito che nulla ha da invidiare, per esempio, alla trentina di castelli della Loira, che generano 7,5 milioni di presenze l'anno e un miliardo di fatturato e che vede nel Veneto, disponibile e pronta, la più alta concentrazione di dimore storico artistiche del mondo."

"Nella loro storicità, quello delle Ville Venete è un 'prodotto' turistico nuovo e giovane – ha sottolineato Finozzi – capace di attirare nuovi turisti soprattutto stranieri, e di dare ulteriore qualità all'offerta culturale regionale destinata ad un turista di qualità."

LA PROMOZIONE - L'assessore ha annunciato nell'occasione che la Regione finanzierà anche per il 2013 il programma di visite alle Ville da parte delle scolaresche. Il circuito turistico delle Ville Venete sarà presentato nei prossimi mesi nel Regno Unito, in Russia e in Germania; esso si basa sull'adesione dei proprietari ad una Carta dei Servizi che contiene gli impegni garantiti ai visitatori e agli ospiti. E' un nuovo brand che vuole incontrare la grande domanda turistica perché, come ha ricordato una delle proprietarie di Ville, Carolina Valmarana, “o le ville producono qualcosa e vivono, o rischiano di morire”.

Le 19 ville aderenti nella nostra provincia:

  • Verona - Villa Sagramoso Sacchetti (ex Villa D'Arco Sagramoso Sacchetti)
  • Negrar - Villa Spinosa
  • Illasi - Villa Perez Pompei Sagramoso (ex Villa Perez Pompei)
  • Mozzecane - Villa Vecelli Cavriani
  • Corrubio in Cariano – Byblos Art Hotel Villa Amistà (ex Villa Banda, Amistà)
  • San Pietro in Cariano – Villa del Quar (ex Villa Perez) 
  • Bevilacqua – Castello di Bevilacqua
  • Cavaion – Villa Cordevigo
  • Pressana – Villa Grimani, De Grandi 
  • Mezzane di Sotto – Villa Maffei, Bevilacqua, Zambon, Benin
  • Verona, Villa Murari, Bra, detta “La Mattarana”
  • Verona - Villa Arrighi
  • Pressana – Villa Querini Stampalia, detta “Persa”
  • Caprino Veronese – Villa Pompei Carlotti (ex Villa Carlotti)
  • Cuzzano di Grezzana - Villa Allegri Arvedi
  • Poiega di Negrar - Villa Rizzardi
  • Negrar – Villa Mosconi, Bertani
  • Cerea - Villa Dionisi, detta Ca del Lago
  • Costermano  – Villa Pellegrini, Cipolla
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento