menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Veronafiere, l'assemblea dei soci approva il bilancio 2011

L’Assemblea dei soci di Veronafiere, riunitasi ieri, ha approvato l’esercizio di bilancio al 31 dicembre 2011. I risultati sono stati sopra le attese nonostante la crisi

L’Assemblea dei soci di Veronafiere, riunitasi ieri, ha approvato l’esercizio di bilancio al 31 dicembre 2011. I risultati sono stati sopra le attese nonostante la difficile congiuntura macroeconomica, riflettono la costante politica di sviluppo della società, sia all’interno che al di fuori dei confini nazionali.

Nel 2011 Veronafiere ha promosso 50 manifestazioni, 38 delle quali a Verona e 12 all’estero in 8 diversi Paesi; sono stati venduti più di 790 mila metri quadrati netti, in crescita del 2,8% rispetto al 2010; sono stati ospitati oltre 1 milione  200  mila visitatori, 165 mila dei quali provenienti dall’estero (per le rassegne internazionali l’incidenza dei visitatori esteri ha avuto una media pari al 25%, con punte superiori al 50% del totale), e circa 14.500 espositori, di cui 2.700  esteri. Infine sono stati ospitati 422 convegni e congressi, di cui 104 extra manifestazioni.

"Nonostante il protrarsi della crisi e della sempre più complessa congiuntura macro economica, per il terzo anno consecutivo Veronafiere chiude il bilancio con risultati positivi, e anche superiori alle attese", commenta Ettore Riello,  Presidente di Veronafiere. "I risultati conseguiti al 31 dicembre 2011 – prosegue - sono ancora più degni di nota se considerati alla luce del fatto che, proprio nel corso dell’esercizio concluso, si sono riflessi con maggior incidenza, su tutto il settore fieristico in generale, gli effetti della mutata pianificazione di espositori ed organizzatori di eventi condizionata proprio dalla difficile situazione dei mercati, ma grazie a un’attenta gestione delle risorse, al continuo processo di innovazione dei format e agli investimenti infrastrutturali sul quartiere fieristico, Veronafiere si conferma uno dei principali player italiani".

"Veronafiere ha chiuso il 2011 e inaugurato il 2012 all’insegna del consolidamento e dell’innovazione –  sottolinea Giovanni Mantovani, Direttore Generale di Veronafiere – e con una visione di lungo periodo ha proseguito senza sosta nell’identificazione di partnership strategiche finalizzate alla crescita e rafforzamento del portafoglio prodotti, oltre che allo sviluppo di un intenso e sempre più mirato calendario di eventi esteri, finalizzati a supportare il made in Italy nel mondo. Sono un chiaro esempio di questo nostro obiettivo le manifestazioni in corso proprio in questi giorni, come Vinitaly USTour, la prima edizione di Qatar StoneTech a Doha, oltre che il recente accordo siglato con l’associazione panificatori Russi".

In particolare, sul fronte del consolidamento del portafoglio prodotti, Veronafiere ha svolto nel corso dell’esercizio 2011 un’importante attività di riposizionamento e rilancio di alcuni eventi storici con risultati positivi immediati, sia in termini di espositori che di pubblico, come ad esempio Abitare il Tempo 100% Project e Fieracavalli. Parallelamente, sul fronte estero, Veronafiere ha promosso ben 12 manifestazioni, tra cui le diverse tappe di Vinitaly USTour, oltre a Vinitaly Russia, Vinitaly China, Made for Taste Stoccolma, Next Quality Experience India, Stoneexpo- Marmomacc Americas, Saudi Stonetech Riyadh, Job&Orienta in Sapgna e Siab ed Eurocarne in Brasile.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento