rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Economia

Katia Ricciarelli inaugura il Classical Music World

Taglio del nastro questa mattina a Veronafiere per l'edizione numero zero della rassegna della musica classica. Numerose iniziative dedicate ai giovani, a partire dai più piccoli

Taglio del nastro questa mattina a Veronafiere per l’edizione numero zero della rassegna della musica classica. Numerose iniziative dedicate ai giovani, a partire dai più piccoli che sono stati invitati a seguire un percorso che indica il processo di realizzazione di un violino e un pianoforte. Ingresso gratuito per tutti coloro che hanno meno di dodici anni e ridotto per i genitori.

Una fiera pensata per i giovani, sia appassionati che interpreti di musica classica e opera lirica: l’edizione zero di Classical Music World (www.classicalmusicworld.it) ha aperto i battenti oggi al Palaexpo di Veronafiere e ha visto la presenza, fin dalle prime ore, di scuole e ragazzi under 18.

Sulle note della musica barocca del violinista veneziano Antonio Vivaldi,  è stata inaugurata questa mattina presso l’Auditorium Verdi della Fiera di Verona da Katia Ricciarelli madrina della rassegna, Cesare Romiti Presidente dell’Associazione Italia-Cina, Erminia Perbellini Assessore alla Cultura del Comune di Verona ed Ettore Riello Presidente di Veronafiere.

L’attenzione alle nuove generazioni è stata sottolineata da Katia Ricciarelli, testimonial di Classical Music World la quale ha dichiarato: "Sono gli adulti che hanno la responsabilità di avvicinare i giovani al mondo della musica classica e dell’opera lirica, proponendo soluzioni a loro congeniali, frizzanti come questa fiera".

New entry nel portafoglio di Veronafiere, la rassegna valorizza anche tutte quelle figure professionali che operano in un settore chiave per la nostra nazione, come l’industria culturale.

«Un’iniziativa nuova che rappresenta l’essenza del made in Italy ed esprime la capacità del nostro Paese di proporre grandi artisti- ha dichiarato Ettore Riello Presidente di Veronafiere-. Un sodalizio con il Comune di Verona, la Provincia di Verona e  tutte le realtà che promuovono e diffondono il valore della cultura in Italia e nel mondo».

Attraverso la musica si creano, infatti, sinergie con altri Paesi, come la Cina, presente oggi attraverso una delegazione che rappresenta il Dipartimento di Radio, Televisione e Stampa di Qindao e Xiamen, oggi a Veronafiere grazie alla collaborazione tra Classical Music World e la Fondazione Italia-Cina, sponsor della manifestazione.

«Questo evento è coerente con gli obiettivi della Fondazione Italia-Cina e consente di migliorare le relazioni tra i due Paesi attraverso iniziative che favoriscano una maggiore conoscenza della rispettiva storia e cultura e ne intensifichino i rapporti economici e commerciali» ha affermato Cesare Romiti Presidente della Fondazione Italia-Cina.


La tradizione musicale è diffusa sia sul territorio nazionale che su quello locale: «Questa iniziativa si inserisce a pieno titolo nell’ambito delle manifestazioni che promuovono a Verona la cultura- ha detto Erminia Perbellini Assessore alla Cultura del Comune di Verona.- Verona è nota in tutto il mondo per la stagione lirica, ma anche per tutte quelle realtà come la Fondazione Arena, l’Accademia Filarmonica e il Conservatorio, oltre alle associazioni, impegnate nell’attività di  diffusione della conoscenza del nostro patrimonio».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Katia Ricciarelli inaugura il Classical Music World

VeronaSera è in caricamento