rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Economia

Fibrosi cistica, siglato il protocollo tra Glaxo e la Charity FFC

Siglato oggi, nella sede veronese di GlaxoSmithKleine un accordo strategico tra la GSK e la Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica Onlus

Siglato oggi, nella sede veronese di GlaxoSmithKleine un accordo strategico tra la GSK e la Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica Onlus. L'accordo è mirato ad una collaborazione tra la Charity FFC e l’azienda per individuare la possibilità di sviluppare nuovi farmaci  per la cura della fibrosi cistica, derivati da molecole individuate nei progetti promossi e finanziati da FFC. Un accordo importante per tutto il mondo scientifico e per la collettività, perché rafforza l’idea che il cosiddetto sistema “a tripla elica” (Università, Stato, Industria) oggi più che mai si arricchisce di una quarta elica, rappresentata dal ruolo delle Fondazioni che lavorano con criteri di rigore certificati e si mostrano capaci di promuovere risultati degni di attenzione ai fini dello sviluppo della ricerca scientifica.

A sottoscrivere l'accordo sono stati il dottor Giuseppe Recchia, Direttore Scientifico GSK e il professor Gianni Mastella, Direttore Scientifico FFC Onlus. L’intesa rappresenta la posa della prima pietra di un ponte necessario per passare quanto prima dal laboratorio al letto del malato, obiettivo primario della Onlus nata a Verona come Agenzia Nazionale di Ricerca in FC, condiviso da GSK.

“Il nostro obiettivo – sostiene il vicepresidente Matteo Marzotto, che a causa della fibrosi cistica ha perso la sorella Annalisa - è passare quanto prima dal laboratorio al letto del malato. Forse è una sfida da visionari, ma ce la stiamo mettendo tutta per incentivare progetti dal forte quoziente innovativo”. Concetti condivisi dal Presidente della Onlus, Vittoriano Faganelli, che ha perso due dei suoi tre figli:  “Ogni anno nascono duecento bambini affetti da fibrosi cistica che hanno ereditato la malattia da due genitori portatori sani del gene FC mutato. In Italia questi ultimi sono ben due milioni  e mezzo, buona parte dei quali ignari d’esserlo. Numeri che non si possono sottovalutare, per il bene della collettività”.

 

 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fibrosi cistica, siglato il protocollo tra Glaxo e la Charity FFC

VeronaSera è in caricamento